Accordo sindacale nazionale unitario del 23/03/2020 (Emergenza Covid)

Ulti­mo aggior­na­men­to 22/01/2021

Addì, 23 mar­zo 2020, in Roma

ANCE, ACI PL, ANAEPA CONFARTIGIANATO, CNA COSTRUZIONI, FIAE CASARTIGIANI, CLAAI, CONFAPI ANIEM
e
FENEAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CGIL

in con­si­de­ra­zio­ne del­la situa­zio­ne rela­ti­va all’emergenza “Coro­na­vi­rus- COVID 19”; visto il Decre­to Leg­ge 2 mar­zo 2020, n. 9 recan­te “Misu­re urgen­ti di soste­gno per fami­glie, lavo­ra­to­ri e impre­se con­nes­se all’e­mer­gen­za epi­de­mio­lo­gi­ca da COVID19;

  • visti i DPCM in mate­ria, da ulti­mo quel­lo del 22 mar­zo 2020 recan­te ulte­rio­ri dispo­si­zio­ni attua­ti­ve del decre­to-leg­ge 23 feb­bra­io 2020, n. 6, recan­te misu­re urgen­ti in mate­ria di con­te­ni­men­to e gestio­ne del­l’e­mer­gen­za epi­de­mio­lo­gi­ca da COVID-19, appli­ca­bi­li sul­l’in­te­ro ter­ri­to­rio nazio­na­le tenu­to con­to che la situa­zio­ne com­ples­si­va deter­mi­na­ta­si col­pi­sce for­te­men­te tut­to il siste­ma pro­dut­ti­vo e in par­ti­co­la­re quel­lo dell’edilizia;
  • al fine di dare imme­dia­ta rispo­sta alle dif­fi­col­tà ope­ra­ti­ve crea­te­si anche a cau­sa del­la chiu­su­ra di mol­ti uffi­ci e professionisti;
  • al fine di assi­cu­ra­re a impie­ga­ti e ope­rai, sul­la base degli spe­ci­fi­ci trat­ta­men­ti, inte­gra­zio­ne del red­di­to in tale situazione;

con­cor­da­no quan­to segue

Ricorso agli ammortizzatori sociali

  1. In caso di sospen­sio­ne del lavo­ro a cau­sa di Covid 19 l’impresa è tenu­ta a far ricor­so agli stru­men­ti di inte­gra­zio­ne al red­di­to dei lavo­ra­to­ri sospe­si secon­do quan­to pre­vi­sto dall’apposita normativa;
  2. è auspi­ca­bi­le su base ter­ri­to­ria­le l’individuazione di appo­si­ti mec­ca­ni­smi o pre­sta­zio­ni fina­liz­za­ti ad accor­cia­re i tem­pi neces­sa­ri al paga­men­to del­le spet­tan­ze di cas­sa inte­gra­zio­ne dovu­te a sospen­sio­ni cau­sa coro­na virus;
  3. le par­ti con­cor­da­no che la comu­ni­ca­zio­ne pre­ven­ti­va ai fini del­la cigo COVID 19 sarà uni­ca e ver­rà invia­ta alle orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li pro­vin­cia­li per uni­tà pro­dut­ti­ve che insi­sto­no sul­la sin­go­la pro­vin­cia, alle regio­na­li per uni­tà pro­dut­ti­ve che insi­sto­no su più pro­vin­cie e alle nazio­na­li per uni­tà pro­dut­ti­ve che insi­sto­no su più Regioni;

Proroga dei versamenti in Cassa Edile

  1. la pro­ro­ga dei soli ver­sa­men­ti, fer­mo restan­do il per­ma­ne­re dell’obbligo di adem­pie­re alle altre dispo­si­zio­ni det­ta­te dal­le nor­me con­trat­tua­li, pre­vi­sti a cari­co del­le impre­se ver­so le Cas­se Edili/Edilcasse per il perio­do di com­pe­ten­za feb­bra­io (paga­men­to 31 mar­zo) e mar­zo (paga­men­to 30 apri­le) 2020, alla data del 31 mag­gio 2020; lo stes­so avver­rà per le rateiz­za­zio­ni in essere.
    La sospen­sio­ne di cui al com­ma pre­ce­den­te non sarà con­si­de­ra­ta per la rego­la­ri­tà in Cas­sa Edi­le ai fini del Durc.
    I ver­sa­men­ti sospe­si potran­no anche esse­re rateiz­za­ti, sen­za san­zio­ni né inte­res­si, per un mas­si­mo di 4 rate.
    Alla Cnce è affi­da­to il com­pi­to di ema­na­re una Comu­ni­ca­zio­ne ope­ra­ti­va al riguar­do, anche con rife­ri­men­to al rela­ti­vo recu­pe­ro e pia­no di rateiz­za­zio­ne dei sud­det­ti con­tri­bu­ti, sen­za san­zio­ni ed interessi.
    Le par­ti sot­to­scrit­te si impe­gna­no ad incon­trar­si, entro il 20 apri­le 2020, al fine di valu­ta­re la situa­zio­ne com­ples­si­va e por­re in esse­re ogni azio­ne più oppor­tu­na, anche sul­la base dei prov­ve­di­men­ti gover­na­ti­vi vigen­ti e che doves­se­ro intervenire;

Anticipo Gratifica Ferie

  1. le Cas­se Edili/Edilcasse prov­ve­de­ran­no ad anti­ci­pa­re agli ope­rai il paga­men­to del trat­ta­men­to eco­no­mi­co accan­to­na­to per ferie tra otto­bre e dicem­bre (car­tel­la di luglio 2020) e comun­que entro il 30 apri­le p.v.;
  2. l’erogazione dell’importo spet­tan­te avvie­ne in favo­re dei lavo­ra­to­ri per i qua­li il dato­re di lavo­ro ha prov­ve­du­to all’accantonamento degli impor­ti dovu­ti pres­so la Cas­sa Edile/Edilcassa, nel perio­do 1 otto­bre 2019 – 31 Dicem­bre 2019 anche per effet­to del­le even­tua­li rateiz­za­zio­ni. In caso di accan­to­na­men­to par­zia­le, all’ inter­no del perio­do di cui sopra, ver­rà ero­ga­to l’importo effet­ti­va­men­te accantonato;
  3. la Cas­sa Edile/Edilcassa prov­ve­de­rà ad infor­ma­re i lavo­ra­to­ri dell’ anti­ci­pa­zio­ne dovu­ta all’ emer­gen­za sani­ta­ria con gli stru­men­ti a dispo­si­zio­ne ed ero­ghe­rà il trat­ta­men­to per ferie secon­do le indi­ca­zio­ni ope­ra­ti­ve invia­te dal­la CNCE;
  4. il mec­ca­ni­smo straor­di­na­rio di anti­ci­pa­zio­ne del­le ferie accan­to­na­te agli ope­rai ha vali­di­tà fino al 30 apri­le 2020 con pos­si­bi­li­tà di even­tua­le pro­ro­ga su inte­sa del­le par­ti socia­li nazio­na­li. Il con­gua­glio di even­tua­li som­me resi­due accan­to­na­te (e gli accan­to­na­men­ti di feb­bra­io e mar­zo) avver­rà con le con­sue­te modalità;
  5. alla Cnce è affi­da­to il com­pi­to di ema­na­re una Comu­ni­ca­zio­ne ope­ra­ti­va al riguar­do, com­pren­si­va del­la modu­li­sti­ca indi­ca­ta al pre­ce­den­te pun­to 7);

Anticipo erogazione Ape

  1. le par­ti al fine di soste­ne­re i lavo­ra­to­ri in que­sta dif­fi­ci­le fase eco­no­mi­ca riten­go­no oppor­tu­no prov­ve­de­re all’anticipazione dei tem­pi pre­vi­sti per l’erogazione dell’anzianità pro­fes­sio­na­le edi­le matu­ra­ta a far data dal pri­mo apri­le 2020; alla Cnce è affi­da­to il com­pi­to di ema­na­re una Comu­ni­ca­zio­ne ope­ra­ti­va al riguar­do, com­pren­si­va del­la modu­li­sti­ca indi­ca­ta al pre­ce­den­te pun­to 7);

Rimborsi malattia

  1. l’emergenza sani­ta­ria in atto potreb­be deter­mi­na­re un aumen­to espo­nen­zia­le del­le ore di malat­tie nel­le denun­ce (tra­mi­te MUT o altri model­li tele­ma­ti­ci) invia­te alle Cas­se Edili/Edilcasse. Le Cas­se Edili/Edilcasse potran­no even­tual­men­te, ai sen­si di  quan­to pre­vi­sto dai CCNL e dal­la con­trat­ta­zio­ne inte­gra­ti­va ter­ri­to­ria­le, rim­bor­sa­re quan­to anti­ci­pa­to dal­le impre­se a fron­te del con­trol­lo pre­ci­so e pun­tua­le, anche con l’ausilio di appo­si­ti stru­men­ti di inter­fac­cia con il siste­ma INPS, dei codici/certificati invia­ti dal­le imprese/consulenti. L’impresa inol­tre, per ave­re dirit­to alla pre­sta­zio­ne deve tra­smet­te­re alla Cssa Edile/Edilcassa copia dei boni­fi­ci effet­tua­ti ai lavo­ra­to­ri e le rela­ti­ve buste paga. Si invi­ta­no le par­ti socia­li ter­ri­to­ria­li, visto il rischio di tenu­ta del siste­ma stes­so, di isti­tui­re appo­si­te com­mis­sio­ni pari­te­ti­che fra le par­ti socia­li al fine di un moni­to­rag­gio costan­te del­le risor­se rela­ti­ve a tut­te le pre­sta­zio­ni in essere;

Intervento Sanedil

  1. le par­ti con­cor­da­no di deman­da­re alla Pre­si­den­za del Sane­dil di effet­tua­re un inter­ven­to soli­da­ri­sti­co urgen­te per la lot­ta al con­ta­gio da COVID 19 e di prov­ve­de­re all’acquisto di masche­ri­ne ido­nee all’attività lavo­ra­ti­va da distri­bui­re a tut­ti i lavo­ra­to­ri edi­li; lad­do­ve ciò non fos­se pos­si­bi­le per l’ impos­si­bi­li­tà di repe­ri­re i sud­det­ti DPI sul mer­ca­to, il con­si­glio di ammi­ni­stra­zio­ne su pro­po­sta del­la Pre­si­den­za si atti­ve­rà per met­te­re in cam­po ulte­rio­ri azio­ni soli­da­ri­sti­che a soste­gno di lavo­ra­to­ri ed imprese;

Monitoraggio

  1. le par­ti sot­to­scrit­te si impe­gna­no ad incon­trar­si, pri­ma del­la sca­den­za del perio­do sopra indi­ca­to, al fine di valu­ta­re la situa­zio­ne com­ples­si­va e gli effet­ti del­la pre­sen­te intesa.

Let­to, con­fer­ma­to e sottoscritto

X