Concertazione per grandi opere — Art. 113 C.C.N.L. (ccnl Industria — rapporti tra le parti sociali)

Ulti­mo aggior­na­men­to 05/02/2021

Per le ope­re pub­bli­che di gran­di dimen­sio­ni, così come indi­vi­dua­te dall’art. 6, com­ma secon­do del­la Leg­ge, n. 236, di impor­to di aggiu­di­ca­zio­ne pari o supe­rio­re a cen­to milio­ni di euro, e che inci­do­no su più pro­vin­ce, non­ché per le gran­di ope­re di cui alla Leg­ge n. 443/2001 (Leg­ge obiet­ti­vo) e all’art. 253, com­ma 27, lett. f, del D.lgs. n. 163/2006 (Codi­ce dei Con­trat­ti), è intro­dot­ta una pro­ce­du­ra di con­cer­ta­zio­ne pre­ven­ti­va a cui par­te­ci­pa­no le Asso­cia­zio­ni nazio­na­li sti­pu­lan­ti il pre­sen­te con­trat­to, quel­le ter­ri­to­ria­li inte­res­sa­te ad esse ade­ren­ti e le impre­se aggiu­di­ca­ta­rie dell’appalto.

L’eventuale accor­do impe­gna le par­ti fir­ma­ta­rie e attie­ne i pro­fi­li logi­sti­ci del can­tie­re, i rap­por­ti con gli orga­ni­smi pari­te­ti­ci di set­to­re, la sicu­rez­za del lavo­ro, gli ora­ri di lavo­ro, la disci­pli­na appli­ca­bi­le per quan­to attie­ne il livel­lo ter­ri­to­ria­le di con­trat­ta­zio­ne, e per tali mate­rie è sosti­tu­ti­vo del­la con­trat­ta­zio­ne inte­gra­ti­va ter­ri­to­ria­le sti­pu­la­ta per le cir­co­scri­zio­ni su cui inci­de il lavoro.

X