La ces­sio­ne, il tra­pas­so e la tra­sfor­ma­zio­ne in qual­sia­si modo del­l’a­zien­da non risol­vo­no di per sé il rap­por­to di lavo­ro ed il per­so­na­le ad essa addet­to con­ser­va i suoi dirit­ti nei con­fron­ti del nuo­vo tito­la­re.

In caso di fal­li­men­to o di ces­sa­zio­ne del­l’a­zien­da, segui­ti dal licen­zia­men­to del lavo­ra­to­re, que­sti avrà dirit­to al trat­ta­men­to eco­no­mi­co di cui agli artt. 33 e 72 ed a quan­t’al­tro gli com­pe­te in base al pre­sen­te con­trat­to.