Le Par­ti con­cor­da­no che per le par­ti­co­la­ri lavo­ra­zio­ni che pre­ve­do­no per con­trat­to la repe­ri­bi­li­tà, e in par­ti­co­la­re per lo sgom­be­ro neve e per le manu­ten­zio­ni, è rico­no­sciu­ta una inden­ni­tà deter­mi­na­ta come segue:

  • ai lavo­ra­to­ri sog­get­ti a repe­ri­bi­li­tà set­ti­ma­na­le dal­le ore 00.00 del lune­dì alle ore 24.00 del­la dome­ni­ca è rico­no­sciu­ta la som­ma set­ti­ma­na­le di euro 45 lor­di oltre alla paga pre­vi­sta dal con­trat­to per le ore effet­ti­va­men­te lavo­ra­te. Tale inden­ni­tà spet­ta anche se alla repe­ri­bi­li­tà non segua alcu­na chia­ma­ta. Sal­vo giu­sti­fi­ca­to moti­vo, il lavo­ra­to­re coman­da­to è tenu­to alla repe­ri­bi­li­tà.
  • è obbli­go dei com­mit­ten­ti, per non vio­la­re i det­ta­ti di leg­ge, pre­ve­de­re all’interno dei pro­pri capi­to­la­ti e voci di prez­zo l’indennità di cui sopra che, come per le par­ti di costo del per­so­na­le per i lavo­ri in eco­no­mia, non è in alcun caso sog­get­ta a ribas­so d’asta, vio­lan­do­si altri­men­ti le nor­me impe­ra­ti­ve di leg­ge in mate­ria di mini­mi con­trat­tua­li.

Le Par­ti con­cor­da­no di effet­tua­re ogni neces­sa­ria azio­ne e denun­cia degli enti com­mit­ten­ti che assog­get­ti­no a ribas­so ele­men­ti impe­ra­ti­va­men­te e con­trat­tual­men­te inde­ro­ga­bi­li come il costo del per­so­na­le.