Glossario

Glossario

All | # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
The­re are cur­ren­tly 81 names in this direc­to­ry
A.P.E.
L’APE (anzia­ni­tà pro­fes­sio­na­le edi­le) è una pre­sta­zio­na­le con­trat­tua­le ero­ga­ta dal­le Cas­se Edi­li in for­za dell’anzianità di ser­vi­zio che il lavo­ra­to­re matu­ra nel set­to­re edi­le. L’istituto è sta­to rivi­si­ta­to dal CCNL del 1/7/2014 che ha pre­vi­sto l’abolizione del fon­do APE in seno alle Cas­se Edi­li ter­ri­to­ria­li (l’ultima ero­ga­zio­ne sarà quel­la del 1′ mag­gio 2015) e la costi­tu­zio­ne di un nuo­vo Fon­do Nazio­na­le (FNAPE) gesti­to a livel­lo nazio­na­le.

A.P.E. 300 ore
E’ una pre­sta­zio­ne con­trat­tua­le nazio­na­le ero­ga­ta dal­la Cas­sa Edi­le “una tan­tum” in caso di mor­te o di inva­li­di­tà per­ma­nen­te asso­lu­ta al lavo­ro del lavo­ra­to­re.

A.P.E.S.
APES era una pre­sta­zio­ne ero­ga­ta “una tan­tum” col­le­ga­ta all’Anzianità Pro­fes­sio­na­le Edi­le. Era sta­ta intro­dot­ta dal C.C.N.L. sti­pu­la­to in data 4 giu­gno 1987; e suc­ces­si­va­men­te è sta­ta abro­ga­ta; pre­ve­de­va un trat­ta­men­to “una tan­tum” da ero­ga­re a chi anda­va in pen­sio­ne.

Accan­to­na­men­to Cas­sa Edi­le
Sono gli impor­ti dovu­ti dai dato­ri di lavo­ro ai pro­pri dipen­den­ti a tito­lo di Gra­ti­fi­ca Nata­li­zia e Ferie, che devo­no esse­re men­sil­men­te accan­to­na­ti pres­so le Cas­se Edi­li.

Ance
L’Ance, Asso­cia­zio­ne Nazio­na­le dei Costrut­to­ri, è la prin­ci­pa­le asso­cia­zio­ne dato­ria­le di cate­go­ria; è sta­ta costi­tui­ta il 5 mag­gio 1946; ad essa ade­ri­sco­no cir­ca 20.000 impre­se pri­va­te, spe­cia­liz­za­te in ope­re pub­bli­che, edi­li­zia abi­ta­ti­va, com­mer­cia­le e indu­stria­le.

Aper­tu­ra di un nuo­vo can­tie­re (DNL)
E’ l’adempimento di natu­ra con­trat­tua­le che deve assol­ve­re l’Impresa ogni qual­vol­ta apre un nuo­vo can­tie­re (luo­go di lavo­ro). La segna­la­zio­ne del can­tie­re va effet­tua­ta alla Cas­sa Edi­le di Savo­na attra­ver­so la pro­ce­du­ra tele­ma­ti­ca DNL.

Appren­di­sta­to per l’espletamento del dirit­to-dove­re di istru­zio­ne e for­ma­zio­ne
E’ il con­trat­to di appren­di­sta­to di base; esso è rivol­to ai gio­va­ni mino­ri che han­no assol­to l’obbligo sco­la­sti­co, ma non han­no con­se­gui­to una qua­li­fi­ca pro­fes­sio­na­le; è un con­trat­to di lavo­ro a cau­sa mista nel cor­so del qua­le l’apprendista è impe­gna­to: nel com­pi­men­to di un per­cor­so for­ma­ti­vo per l’acquisizione di una qua­li­fi­ca­zio­ne pro­fes­sio­na­le; nel­lo svol­gi­men­to del­le atti­vi­tà lavo­ra­ti­ve.

Appren­di­sta­to pro­fes­sio­na­liz­zan­te
E’ quel­la for­ma par­ti­co­la­re di appren­di­sta­to desti­na­ta a con­fe­ri­re al lavo­ra­to­re una qua­li­fi­ca pro­fes­sio­na­le ai fini con­trat­tua­li.

Blen
Il Blen, Bor­sa Lavo­ro Edi­le Nazio­na­le, è un ser­vi­zio nazio­na­le di siste­ma, nato per faci­li­ta­re l’incontro tra doman­da e offer­ta di lavo­ro nel set­to­re del­le costru­zio­ni, pro­muo­ven­do e faci­li­tan­do i con­tat­ti tra chi offre e chi cer­ca lavo­ro. L’istituzione del por­ta­le BLEN.it è sta­ta pre­vi­sta dai CCNL Edi­li Indu­stria e Coo­pe­ra­zio­ne e Aniem — Con­fa­pi uni­ta­men­te al CCNL arti­gia­ni 2008. Nel por­ta­le BLEN.it sono dispo­ni­bi­li ser­vi­zi per inse­ri­re i cur­ri­cu­la e pub­bli­ca­re le doman­de di lavo­ro. I ser­vi­zi a dispo­si­zio­ne dei cit­ta­di­ni e del­le azien­de sono gra­tui­ti e per uti­liz­zar­li il pri­mo pas­so è regi­strar­si. La Bor­sa Lavo­ro Edi­le Nazio­na­le è gesti­ta dal For­me­dil in col­la­bo­ra­zio­ne con la Com­mis­sio­ne Nazio­na­le Cas­se Edi­li (CNCE) e dal­le Scuo­le Edi­li ter­ri­to­ria­li ade­ren­ti.

BNI
è la Ban­ca dati Nazio­na­le del­le Impre­se irre­go­la­ri (BNI) isti­tui­ta dal­la Com­mis­sio­ne Nazio­na­le del­le Cas­se Edi­li ai fini del rila­scio del DURC.

Busta paga
E’ un docu­men­to che rie­pi­lo­ga la retri­bu­zio­ne, ovve­ro gli impor­ti cor­ri­spo­sti dal dato­re di lavo­ro al lavo­ra­to­re per lo svol­gi­men­to del­la sua atti­vi­tà lavo­ra­ti­va.

C.I.G.O.
È una pre­sta­zio­ne eco­no­mi­ca ero­ga­ta dall’Inps con la fun­zio­ne di inte­gra­re o sosti­tui­re la retri­bu­zio­ne dei lavo­ra­to­ri che ven­go­no a tro­var­si in pre­ca­rie con­di­zio­ni eco­no­mi­che a cau­sa di sospen­sio­ne o ridu­zio­ne dell’attività lavo­ra­ti­va.

C.I.G.O. Appren­di­sti
È’ una pre­sta­zio­ne con­trat­tua­le a bene­fi­cio degli ope­rai appren­di­sti in caso di sospen­sio­ne o ridu­zio­ne dell’attività lavo­ra­ti­va per even­ti meteo­ro­lo­gi­ci veri­fi­ca­te­si a par­ti­re dal 1° gen­na­io 2009.

C.P.T.
Il C.P.T. (Comi­ta­to Pari­te­ti­co Ter­ri­to­ria­le per la Pre­ven­zio­ne Infor­tu­ni, l’Igiene e l’Ambiente di Lavo­ro di Savo­na) è un ente sen­za sco­po di lucro disci­pli­na­to dal C.C.N.L. di cate­go­ria, costi­tui­to con accor­do tra il Col­le­gio dei Costrut­to­ri Edi­li (ANCE) del­la pro­vin­cia di Savo­na, e le orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li dei lavo­ra­to­ri edi­li (FeNeAL-UIL, FILCA-CISL, FILLEA-CGIL).Il suo finan­zia­men­to, pre­vi­sto dal­le nor­me con­trat­tua­li, avvie­ne attra­ver­so un appo­si­to con­tri­bu­to del­le impre­se iscrit­te alla Cas­sa Edi­le.Al C.P.T. sono sta­ti rico­no­sciu­ti spe­ci­fi­ci com­pi­ti e fun­zio­ni rece­pi­ti dal­le nor­me legi­sla­ti­ve a par­ti­re dal D.Lgs. 626/1994 fino al D.Lgs. 81/2008, in segui­to modi­fi­ca­to dal D.Lgs. 106/2009.Il C.P.T. è gesti­to pari­te­ti­ca­men­te dai sog­get­ti costi­tuen­ti attra­ver­so un comi­ta­to di gestio­ne.

Caren­za malat­tia
E’ una inden­ni­tà che vie­ne rico­no­sciu­ta ai lavo­ra­to­ri in caso di malat­tia, debi­ta­men­te cer­ti­fi­ca­ta, di dura­ta fino a tre gior­ni.

Car­te pre­pa­ga­te
Sono car­te di paga­men­to che uti­liz­za­no gli stes­si cir­cui­ti del­le car­te di cre­di­to e dei ban­co­mat, ma che si dif­fe­ren­zia­no da que­ste ulti­me in quan­to non richie­do­no l’apertura di un con­to cor­ren­te ban­ca­rio.

Cas­sa Edi­le
La Cas­sa edi­le è un ente pari­te­ti­co fra le orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li dei lavo­ra­to­ri e dei dato­ri di lavo­ro, isti­tui­to dal­la con­trat­ta­zio­ne col­let­ti­va per gli addet­ti del set­to­re edi­li­zio che ero­ga talu­ni bene­fi­ci e prov­vi­den­ze.

Cas­sa Edi­le di pro­ve­nien­za
Ai fini del­la tra­sfer­ta regio­na­le deve inten­der­si qua­le Cas­sa Edi­le di pro­ve­nien­za quel­la del­la cir­co­scri­zio­ne dove insi­ste la sede legale/amministrativa o uni­tà loca­le dell’impresa owe­ro il can­tie­re pres­so cui il lavo­ra­to­re è sta­to assun­to.

Cas­set­to fisca­le
E’ uno spa­zio inter­net repe­ri­bi­le sul sito dell’Agenzia del­le Entra­te dove il con­tri­buen­te, sia esso azien­da che per­so­na fisi­ca, può con­sul­ta­re e gesti­re i pro­pri dati fisca­li.

CCNL
E’ l’accordo col­let­ti­vo sigla­to tra le orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li e le asso­cia­zio­ni dato­ria­li di cate­go­ria di lavo­ro che disci­pli­na a livel­lo nazio­na­le i trat­ta­men­ti eco­no­mi­ci e nor­ma­ti­vi dei rap­por­ti di lavo­ro.

CCPL
E’ l’accordo col­let­ti­vo sigla­to tra le orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li e le asso­cia­zio­ni dato­ria­li di cate­go­ria di lavo­ro a livel­lo pro­vin­cia­le che disci­pli­na i trat­ta­men­ti eco­no­mi­ci e nor­ma­ti­vi dei rap­por­ti di lavo­ro riser­va­ti dal­le Par­ti socia­li alla con­trat­ta­zio­ne loca­le.

Cer­ti­fi­ca­to medi­co
E’ il docu­men­to redat­to da medi­ci del SSN, i medi­ci con­ven­zio­na­ti SSN, le strut­tu­re sani­ta­rie pub­bli­che che giu­sti­fi­ca l’assenza per malat­tia del lavo­ra­to­re.

Ces­sa­to
E’ lo sta­to di una Impre­sa che non eser­ci­ta più la pro­pria atti­vi­tà. L’Impresa è tenu­to a segna­lar­lo alla Cas­sa Edi­le.

CGIL
E’ un’organizzazione sin­da­ca­le.

CISL
E’ un’organizzazione sin­da­ca­le.

Denun­cia men­si­le car­ta­cea
Era l’atto for­ma­le di natu­ra con­trat­tua­le con il qua­le il dato­re di lavo­ro dell’impresa con­fer­ma la veri­di­ci­tà del con­te­nu­to del­la denun­cia tele­ma­ti­ca M.U.T. appo­nen­do la pro­pria fir­ma ed il tim­bro del­la azien­da. L’adempimento, che ave­va caden­za men­si­le, veni­va assol­to con l’invio alla Cas­sa Edi­le, per posta o per pec e fir­ma digi­ta­le, del fron­te­spi­zio del­le denun­ce. L’adempimento è sta­to sop­pres­so di recen­te dal­la Cas­sa Edi­le di Savo­na.

Denun­cia men­si­le M.U.T.
E’ l’atto for­ma­le di natu­ra con­trat­tua­le con il qua­le l’impresa dichia­ra di svol­ge­re i lavo­ri in un deter­mi­na­to can­tie­re, che gli stes­si sono sta­ti rea­liz­za­ti dai lavo­ra­to­ri, per i qua­li sono sta­ti effet­tua­ti gli accan­to­na­men­ti pre­vi­sti dal­le nor­me con­trat­tua­li, sul­la base del­le retri­bu­zio­ni agli stes­si dovu­te per le ore lavo­ra­te. L’adempimento deve esse­re assol­to con caden­za men­si­le.

Distac­co
E’ una par­ti­co­la­re for­ma di decen­tra­men­to pro­dut­ti­vo attua­ta dal dato­re di lavo­ro per sod­di­sfa­re un pro­prio inte­res­se con il qua­le il dato­re di lavo­ro pone tem­po­ra­nea­men­te uno o più lavo­ra­to­ri a dispo­si­zio­ne di altro sog­get­to per l’esecuzione di una deter­mi­na­ta atti­vi­tà lavo­ra­ti­va.

Distri­bu­zio­ne del Vestia­rio
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le pro­vin­cia­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le for­ni­sce due vol­te all’anno indu­men­ti da lavo­ro alle Impre­se per i pro­pri dipen­den­ti che han­no matu­ra­to un nume­ro mini­mo di ore di con­tri­bu­zio­ne pres­so la Cas­sa Edi­le di Savo­na.

Durc
Il DURC, docu­men­to uni­co di rego­la­ri­tà con­tri­bu­ti­va, è l’attestazione dell’assolvimento, da par­te dell’impresa, degli obbli­ghi legi­sla­ti­vi e con­trat­tua­li nei con­fron­ti di INPS, INAIL e Cas­sa Edi­le.

E.V.R.
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le intro­dot­to dall’accordo nazio­na­le del 19 apri­le 2010, qua­le ele­men­to del­la retri­bu­zio­ne dipen­den­te dall’andamento con­giun­tu­ra­le sia del set­to­re, a livel­lo pro­vin­cia­le, che del­la spe­ci­fi­ca impre­sa.

Edil­card
Edil­card è la car­ta dei ser­vi­zi per i Lavo­ra­to­ri del­le costru­zio­ni iscrit­ti alle Cas­se Edi­li, isti­tui­ta con gli accor­di nazio­na­li tra le par­ti socia­li del set­to­re (ANCE, Asso­cia­zio­ni arti­gia­ne e Orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li Feneal, Fil­ca e Fil­lea) del 29 gen­na­io e 24 apri­le 2002. Di fat­to con i pre­det­ti accor­di è sta­to isti­tu­to un fon­do nazio­na­le per il rim­bor­so di spe­se sani­ta­rie da infor­tu­nio.

Ente Scuo­la Edi­le
E’ un orga­ni­smo pri­va­to sen­za sco­po di lucro, costi­tui­to con accor­do tra le Par­ti Socia­li, che ha come sco­po isti­tu­zio­na­le la for­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­le in edi­li­zia.

F.N.A.P.E.
E’ il nuo­vo Fon­do Nazio­na­le Anzia­ni­tà Pro­fes­sio­na­le Edi­le isti­tui­to dal CCNL del 1/7/2014. Si occu­pe­rà del­la ero­ga­zio­ne del­la pre­sta­zio­ne a far data dal 2016, in sosti­tu­zio­ne dell’A.P.E., secon­do le moda­li­tà defi­ni­te da un rego­la­men­to anco­ra in cor­so di ste­su­ra.

FeNEAL
FeNEAL (Fede­ra­zio­ne Nazio­na­le Lavo­ra­to­ri dell’Edilizia indu­strie affi­ni e del Legno) è la Fede­ra­zio­ne di cate­go­ria del­la UIL che orga­niz­za i lavo­ra­to­ri dipen­den­ti da impre­se che ope­ra­no nel set­to­re dell’edilizia, del legno e boschi­vo, del cemen­to, fibro­ce­men­to, cal­ce e ges­so, dei late­ri­zi, del­la cal­ce e ges­so, dei mate­ria­li lapi­dei, e nei set­to­ri affi­ni e simi­li.

Festi­vi­tà sop­pres­se
Sono le gior­na­te che un tem­po era­no festi­ve agli effet­ti civi­li, ma che suc­ces­si­va­men­te sono sta­te can­cel­la­te dall’elenco dei gior­ni festi­vi.

FILCA
FILCA (Fede­ra­zio­ne Ita­lia­na Lavo­ra­to­ri Costru­zio­ni e Affi­ni) è la Fede­ra­zio­ne di cate­go­ria del­la CISL (Con­fe­de­ra­zio­ne Ita­lia­na Sin­da­ca­ti Lavo­ra­to­ri) che orga­niz­za gli addet­ti dell’edilizia, dell’industria del legno, del cemen­to, dei late­ri­zi, del mar­mo e del­la pie­tra.

FILLEA
FILLEA (Fede­ra­zio­ne Ita­lia­na dei Lavo­ra­to­ri del Legno, dell’Edilizia, del­le Indu­strie Affi­ni ed estrat­ti­ve) è la Fede­ra­zio­ne del­la CGIL, che orga­niz­za i lavo­ra­to­ri dei seguen­ti set­to­ri: edi­li­zia e affi­ni, legno ed arre­da­men­to; mate­ria­li da costru­zio­ne: cemen­to, cal­ce e ges­so, late­ri­zi, manu­fat­ti in cemen­to; lapi­dei ed estrat­ti­vi.

Fir­ma digi­ta­le
La Fir­ma Digi­ta­le è l’equivalente elet­tro­ni­co di una tra­di­zio­na­le fir­ma auto­gra­fa appo­sta su car­ta. La Fir­ma Digi­ta­le è asso­cia­ta sta­bil­men­te al docu­men­to elet­tro­ni­co sul­la qua­le è appo­sta e lo arric­chi­sce di infor­ma­zio­ni che ne atte­sta­no con cer­tez­za l’integrità, l’autenticità, la non ripu­dia­bi­li­tà, con­sen­ten­do così al docu­men­to così sot­to­scrit­to di assu­me­re la pie­na effi­ca­cia pro­ba­to­ria.

Giu­sta Cau­sa
E’ il legit­ti­mo moti­vo di reces­so dal con­trat­to.

INAIL
INAIL, Isti­tu­to Nazio­na­le Assi­cu­ra­zio­ni con­tro gli Infor­tu­ni sul Lavo­ro, è l’Ente pub­bli­co che a cui è dele­ga­ta la gestio­ne del­la coper­tu­ra assi­cu­ra­ti­va obbli­ga­to­ria dei lavo­ra­to­ri con­tro il rischio di infor­tu­ni sui luo­ghi di lavo­ro e le malat­tie pro­fes­sio­na­li e ne cura la pre­ven­zio­ne.

Inden­ni­tà di infor­tu­nio o malat­tia pro­fes­sio­na­le
E’ il trat­ta­men­to eco­no­mi­co ero­ga­to dall’INAIL al lavo­ra­to­re, in sosti­tu­zio­ne del­la nor­ma­le retri­bu­zio­ne, in caso di assen­za per infor­tu­nio o malat­tia pro­fes­sio­na­le a risar­ci­men­to del­la con­cre­ta per­di­ta eco­no­mi­ca, cau­sa­ta dall’astensione effet­ti­va del­la atti­vi­tà.

Inden­ni­tà di malat­tia
E’ il trat­ta­men­to eco­no­mi­co ero­ga­to dall’INPS al lavo­ra­to­re, in sosti­tu­zio­ne del­la nor­ma­le retri­bu­zio­ne, in caso di assen­za per malat­tia, a risar­ci­men­to del­la con­cre­ta per­di­ta eco­no­mi­ca, cau­sa­ta dall’astensione effet­ti­va del­la atti­vi­tà.

Inden­ni­tà di men­sa
E’ l’indennità gior­na­lie­ra che l’Impresa è tenu­ta a rico­no­sce­re al lavo­ra­to­re in tut­ti i casi in cui non isti­tui­sca un ser­vi­zio di men­sa a ser­vi­zio del can­tie­re.

Inden­ni­tà di tra­sfer­ta
E’ l’indennità che deve esse­re rico­no­sciu­ta al Lavo­ra­to­re chia­ma­to a svol­ge­re l’attività lavo­ra­ti­va in luo­go diver­so da quel­lo con­trat­tual­men­te pre­vi­sto all’atto del­la assun­zio­ne.

Inden­ni­tà di tra­spor­to
E’ l’indennità gior­na­lie­ra che l’Impresa è tenu­ta a rico­no­sce­re al lavo­ra­to­re per recar­si sul posto di lavo­ro (can­tie­re) o nel luo­go di rac­col­ta sta­bi­li­to dall’impresa.

Inden­ni­tà inte­gra­ti­va di infor­tu­nio o malat­tia pro­fes­sio­na­le
E’ il trat­ta­men­to eco­no­mi­co a cari­co del­la Impre­sa e par­zial­men­te suc­ces­si­va­men­te rim­bor­sa­to alla stes­sa dal­la Cas­sa Edi­le neces­sa­rio per inte­gra­re l’indennità a cari­co del­la INAIL onde per con­sen­ti­re al lavo­ra­to­re di per­ce­pi­re un ade­gua­to trat­ta­men­to eco­no­mi­co in caso di infor­tu­nio o malat­tia pro­fes­sio­na­le.

Inden­ni­tà inte­gra­ti­va di malat­tia
E’ il trat­ta­men­to eco­no­mi­co a cari­co del­la Impre­sa e par­zial­men­te suc­ces­si­va­men­te rim­bor­sa­to alla stes­sa dal­la Cas­sa Edi­le neces­sa­rio per inte­gra­re l’indennità a cari­co del­la INPS onde per con­sen­ti­re al lavo­ra­to­re di per­ce­pi­re un ade­gua­to trat­ta­men­to eco­no­mi­co in caso di malat­tia.

Inden­ni­tà per caren­za malat­tia
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le cor­ri­spon­de un inden­niz­zo al lavo­ra­to­re in caso di malat­tia, per 3 (tre) even­ti all’anno, con esclu­sio­ne del­le sole gior­na­te con­ti­gue a gior­ni festi­vi e festi­vi­tà.

Inden­ni­tà sosti­tu­ti­va del pre­av­vi­so
E’ l’indennità che deve esse­re rico­no­sciu­ta in un con­trat­to di lavo­ro dal rece­den­te alla con­tro­par­te in caso di man­ca­to rispet­to dell’obbligo di pre­av­vi­so con­trat­tual­men­te pre­vi­sto.

Infor­tu­nio sul lavo­ro
E’ l’incidente occor­so ad un lavo­ra­to­re duran­te lo svol­gi­men­to del­la atti­vi­tà lavo­ra­ti­va, che cau­sa di ina­bi­li­tà al lavo­ro, per­ma­nen­te o tem­po­ra­nea, o del­la mor­te del lavo­ra­to­re.

Inps
L’Inps, Isti­tu­to Nazio­na­le di Pre­vi­den­za Socia­le, è il prin­ci­pa­le Ente di Pre­vi­den­za Pub­bli­ca a cui è dele­ga­to il paga­men­to del­le pen­sio­ni e del­le inden­ni­tà di natu­ra pre­vi­den­zia­le ed assi­cu­ra­ti­va.

Iscri­zio­ne alla Cas­sa Edi­le
E’ un adem­pi­men­to obbli­ga­to­rio, di natu­ra con­trat­tua­le, a cui sono tenu­te tut­te le Impre­se che ope­ra­no nel set­to­re edi­le e che han­no alle pro­prie dipen­den­ze lavo­ra­to­ri con la qua­li­fi­ca di ope­rai.

Libro uni­co del lavo­ro
E’ un docu­men­to, vidi­ma­to dall’INAIL, che deve tene­re e com­pi­la­re il dato­re di lavo­ro. Il docu­men­to è sta­to intro­dot­to al fine di ren­de­re più sem­pli­ce gli adem­pi­men­ti a cari­co del­le azien­de. Il Libro Uni­co del Lavo­ro, infat­ti, sosti­tui­sce i libri alla cui tenu­ta era­no, per Leg­ge, obbli­ga­ti i dato­ri di lavo­ro: i libri paga e matri­co­la. Ven­go­no così uni­fi­ca­ti in un uni­co regi­stro i dati rela­ti­vi ai sin­go­li lavo­ra­to­ri, qua­li quel­li rife­ri­ti a pre­sen­za e retri­bu­zio­ne. Il libro uni­co del lavo­ro equi­va­le infat­ti al cedo­li­no paga inte­gra­to con il det­ta­glio del­le pre­sen­ze.

Malat­tia pro­fes­sio­na­le
La malat­tia pro­fes­sio­na­le è la pato­lo­gia che il lavo­ra­to­re con­trae in occa­sio­ne del­lo svol­gi­men­to dell’attività lavo­ra­ti­va a cau­sa del­le pre­sen­za di fat­to­ri pre­sen­ti nell’ambiente nel qua­le pre­sta ser­vi­zio. Si distin­gue dall’infortunio sul lavo­ro per­ché l’infortunio si veri­fi­ca in modo ten­den­zial­men­te imme­dia­to che inci­de istan­ta­nea­men­te e in modo trau­ma­ti­co sul­la salu­te del lavo­ra­to­re (la c.d. cau­sa vio­len­ta, men­tre la malat­tia pro­fes­sio­na­le si svi­lup­pa nel tem­po per l’esposizione ad un fat­to­re di rischio.

Model­lo Uni­co Tele­ma­ti­co (M.U.T.)
Il Modu­lo Uni­co Tele­ma­ti­co (M.U.T.) è il ser­vi­zio mes­so a dispo­si­zio­ne dal­la Com­mis­sio­ne Nazio­na­le del­le Cas­se Edi­li per con­sen­ti­re la tra­smis­sio­ne del­le denun­ce perio­di­che, tra­mi­te la rete Inter­net, alle sin­go­le Cas­se Edi­li ade­ren­ti. L’accesso al M.U.T è riser­va­to alle azien­de iscrit­te ed ai con­su­len­ti accre­di­ta­ti pres­so le Cas­se Edi­li.

Nor­ma Pre­mia­le
E’ una dispo­si­zio­ne con­trat­ta­le pre­vi­sta dal CCPL che con­sen­te alle Impre­se che pre­sen­ta­no alcu­ni requi­si­ti la pos­si­bi­li­tà di usu­frui­re di una ridu­zio­ne dei ver­sa­men­ti da effet­tua­re alla Cas­sa Edi­le.

Ora­rio di lavo­ro
“Qual­sia­si perio­do in cui il lavo­ra­to­re sia al lavo­ro, a dispo­si­zio­ne del dato­re di lavo­ro e nell’esercizio del­la sua atti­vi­tà o del­le sue fun­zio­ni” (D.lgs. n.66/2003).

Part-time
E’ un con­trat­to di lavo­ro subor­di­na­to carat­te­riz­za­to da una ridu­zio­ne dell’orario di lavo­ro rispet­to a quel­lo ordi­na­rio (det­to anche full-time) che è gene­ral­men­te di dura­ta di 40 ore set­ti­ma­na­li.

Pec
La PEC, Posta Elet­tro­ni­ca Cer­ti­fi­ca­ta, è un siste­ma di “tra­spor­to” di docu­men­ti infor­ma­ti­ci che pre­sen­ta del­le for­ti simi­li­tu­di­ni con il ser­vi­zio di posta elet­tro­ni­ca “tra­di­zio­na­le”, cui però sono sta­te aggiun­te del­le carat­te­ri­sti­che tali da for­ni­re agli uten­ti la cer­tez­za, a valo­re lega­le, dell’invio e del­la con­se­gna (o meno) dei mes­sag­gi e-mail al desti­na­ta­rio.

Per­mes­si retri­bui­ti
L’ordinamento lavo­ri­sti­co rico­no­sce al lavo­ra­to­re il dirit­to di frui­re di un cer­to perio­do di ore annue (88 nel caso di spe­cie) di asten­sio­ne dall’obbligo di pre­sta­re la pre­sta­zio­ne lavo­ra­ti­va, con il man­te­ni­men­to del posto di lavo­ro e la con­ser­va­zio­ne del trat­ta­men­to retri­bu­ti­vo ed eco­no­mi­co.

Pre­ve­di
E’ il Fon­do Pen­sio­ne Com­ple­men­ta­re Nazio­na­le per i Lavo­ra­to­ri del­le Impre­se Indu­stria­li ed Arti­gia­ne Edi­li ed Affi­ni. È un Fon­do a Con­tri­bu­zio­ne Defi­ni­ta a Capi­ta­liz­za­zio­ne Indi­vi­dua­le ad ade­sio­ne volon­ta­ria, isti­tui­to per con­trat­ta­zio­ne col­let­ti­va (nego­zia­le), che ha come sco­po esclu­si­vo quel­lo di garan­ti­re ai lavo­ra­to­ri asso­cia­ti pre­sta­zio­ni aggiun­ti­ve rispet­to a quel­le ero­ga­te dal siste­ma pre­vi­den­zia­le pub­bli­co. Il Pre­ve­di non ha sco­po di lucro, quin­di tut­ti i ren­di­men­ti del­la gestio­ne finan­zia­ria del patri­mo­nio del Fon­do (al net­to del­le spe­se di gestio­ne) sono, infat­ti, accre­di­ta­ti alle posi­zio­ni indi­vi­dua­li degli ade­ren­ti.

QAC
QAC, quo­te di ade­sio­ne con­trat­tua­li, sono le quo­te che i Lavo­ra­to­ri e le Impre­se sono tenu­te a ver­sa­re alle rispet­ti­ve Asso­cia­zio­ni fir­ma­ta­rie del con­trat­to col­let­ti­vo per il tra­mi­te del­la Cas­sa Edi­le nel­la misu­ra e con le moda­li­tà sta­bi­li­te dai con­trat­ti pro­vin­cia­li.

Rateiz­za­zio­ne in Cas­sa Edi­le
E’ un isti­tu­to pre­vi­sto dal Comi­ta­to del­la Bila­te­ra­li­tà offer­to alle Impre­se che han­no situa­zio­ni debi­to­rie con le Cas­se Edi­li per man­ca­to ver­sa­men­to di accan­to­na­men­ti e con­tri­bu­ti di paga­re i mede­si­mi a rate con rila­scio di DURC posi­ti­vo nel perio­do di rateiz­za­zio­ne.

Respon­sa­bi­li­tà soli­da­le negli appal­ti
E’ un isti­tu­to legi­sla­ti­vo che pre­ve­de che, in caso di appal­to di ope­re o di ser­vi­zi, il com­mit­ten­te impren­di­to­re o dato­re di lavo­ro rispon­da in soli­do con l’appaltatore e con cia­scu­no degli even­tua­li subap­pal­ta­to­ri per i cre­di­ti retri­bu­ti­vi (com­pre­se le quo­te di trat­ta­men­to di fine rap­por­to), i cre­di­ti con­tri­bu­ti­vi e i pre­mi assi­cu­ra­ti­vi matu­ra­ti nel perio­do di ese­cu­zio­ne del con­trat­to di appal­to. Di fat­to è una spe­cia­le for­ma di garan­zia dei i dirit­ti dei lavo­ra­to­ri subor­di­na­ti che sono impie­ga­ti negli appal­ti.

Retri­bu­zio­ne
E’ il cor­ri­spet­ti­vo dovu­to al lavo­ra­to­re dipen­den­te per l’attività svol­ta.

Riat­ti­va­zio­ne del­la posi­zio­ne
E’ l’adempimento a cui è tenu­ta una Impre­sa, che in pre­ce­den­za ave­va sospe­so la pro­pria posi­zio­ne in Cas­sa Edi­le, quan­do si tro­va ad occu­pa­re nuo­va­men­te mano­do­pe­ra o tor­na ad ope­ra­re con mano­do­pe­ra atti­va all’interno del­la Pro­vin­cia di Savo­na. L’adempimento si assol­ve con la tem­pe­sti­va comu­ni­ca­zio­ne dell’evento alla Cas­sa Edi­le di Savo­na.

Rim­bor­so da Cas­sa Edi­le per C.I.G.O. appren­di­sti
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le nazio­na­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le rim­bor­sa alle impre­se una par­te del­la pre­sta­zio­ne (C.I.G.O.) da que­ste anti­ci­pa­te agli appren­di­sti in caso di sospen­sio­ne o ridu­zio­ne dell’attività lavo­ra­ti­va per even­ti meteo­ro­lo­gi­ci.

Rim­bor­so da Cas­sa Edi­le per C.I.G.O. lavo­ra­to­ri di socie­tà di lavo­ro inte­ri­na­le
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le nazio­na­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le rim­bor­sa alle impre­se di for­ni­tu­ra di lavo­ro tem­po­ra­neo la pre­sta­zio­ne (C.I.G.O.) dal­le stes­se ero­ga­te ai pro­pri lavo­ra­to­ri in caso di sospen­sio­ne o ridu­zio­ne dell’attività lavo­ra­ti­va per even­ti meteo­ro­lo­gi­ci.

Rim­bor­so da Cas­sa Edi­le per infor­tu­nio o malat­tia pro­fes­sio­na­le
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le nazio­na­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le rim­bor­sa all’Impresa una quo­ta par­te dell’indennità che quest’ultima è tenu­ta a ver­sa­re men­sil­men­te all’operaio, non in pro­va, e all’apprendista (ad inte­gra­zio­ne del­la quo­ta a cari­co degli Isti­tu­ti Assi­cu­ra­to­ri) in caso di assen­za dal lavo­ro in caso di assen­za dal lavo­ro per malat­tia pro­fes­sio­na­le o infor­tu­nio fino alla gua­ri­gio­ne.

Rim­bor­so da Cas­sa Edi­le per malat­tia
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le nazio­na­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le rim­bor­sa all’Impresa una quo­ta par­te dell’indennità che quest’ultima è tenu­ta a ver­sa­re men­sil­men­te all’operaio, non in pro­va, e all’apprendista (ad inte­gra­zio­ne del­la quo­ta a cari­co degli Isti­tu­ti Assi­cu­ra­to­ri) in caso di assen­za dal lavo­ro per malat­tia, entro i limi­ti di con­ser­va­zio­ne del posto di lavo­ro.

Rim­bor­so per cor­si di for­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­li
E’ un isti­tu­to con­trat­tua­le pro­vin­cia­le in base al qua­le la Cas­sa Edi­le rim­bor­sa all’Impresa il con­tri­bu­to uni­fi­ca­to ver­sa­to con rife­ri­men­to alle ore ordi­na­rie impie­ga­te dal pro­prio per­so­na­le ope­ra­io pres­so la Scuo­la Edi­le di Savo­na e pres­so il Comi­ta­to Pari­te­ti­co Ter­ri­to­ria­le per cor­si di for­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­le.

RLS
RLS è il Rap­pre­sen­tan­te dei Lavo­ra­to­ri per la Sicu­rez­za azien­da­le elet­to dai lavo­ra­to­ri.

RLST
RLST è il Rap­pre­sen­tan­te dei Lavo­ra­to­ri per la Sicu­rez­za Ter­ri­to­ria­le uti­liz­za­to dal­le impre­se sprov­vi­ste di RLS azien­da­le.

Sin­da­ca­to
E’ un orga­no di rap­pre­sen­tan­za e tute­la dei lavo­ra­to­ri o dei dato­ri di lavo­ro.

Sospe­so
E’ lo sta­to di una Impre­sa che con­ti­nua la pro­pria atti­vi­tà denun­cian­do gli ope­rai pres­so altra Cas­sa Edi­le o non ha più ope­rai in for­za (assen­za di buste paghe). L’Impresa è tenu­ta a segna­la­re con tem­pe­sti­va la cir­co­stan­za.

Trat­te­nu­te sin­da­ca­li
Sono le som­me che ven­go­no trat­te­nu­te dal­la Cas­sa Edi­le ai lavo­ra­to­ri che han­no sot­to­scrit­to una dele­ga sin­da­ca­le in occa­sio­ne del­la liqui­da­zio­ne del­la Gra­ti­fi­ca Nata­li­zia e del­le Ferie. La som­ma vie­ne suc­ces­si­va­men­te ver­sa­ta dal­la Cas­sa Edi­le al sin­da­ca­to di appar­te­nen­za.

UIL
E’ un’organizzazione sin­da­ca­le.

Ver­sa­men­ti in Cas­sa Edi­le
E’ l’adempimento men­si­le a cui è tenu­ta a prov­ve­de­re l’Impresa iscrit­ta in Cas­sa Edi­le. Il ver­sa­men­to si rife­ri­sce ai con­tri­bu­ti e agli accan­to­na­men­ti rife­ri­ti alla atti­vi­tà svol­ta.

Ver­ten­za sin­da­ca­le
E’ uno stru­men­to uti­liz­za­to dal lavo­ra­to­re per impu­gna­re e con­te­sta­re una deci­sio­ne del dato­re di lavo­ro in meri­to al rap­por­to di lavo­ro instau­ra­to tra le Par­ti.

Vou­cher
ll “buo­no lavo­ro” (chia­ma­to anche vou­cher) è una moda­li­tà di retri­bu­zio­ne intro­dot­ta dal Mini­ste­ro del Lavo­ro, del­la Salu­te e del­le Poli­ti­che Socia­li nel 2008 per il set­to­re agra­rio e oggi usa­ta per i lavo­ri di tipo occa­sio­na­le e acces­so­rio con pre­sta­zio­ni bre­vi rico­no­sciu­ti dal­la Rifor­ma Bia­gi, che inte­res­sa­no stu­den­ti entro il 25º anno di età, pen­sio­na­ti, casa­lin­ghe, lavo­ra­to­ri part-time, extra­co­mu­ni­ta­ri con per­mes­so di sog­gior­no, lavo­ra­to­ri in cas­sa inte­gra­zio­ne, etc.