La prestazione

La Cas­sa Edi­le può con­ce­de­re ai pro­pri iscrit­ti, in base alle nor­me in vigo­re, il rim­bor­so anti­ci­pa­to del­le som­me accan­to­na­te nei seguen­ti casi:

  • pas­sag­gio alle dipen­den­ze di dato­re di lavo­ro eser­ci­tan­te atti­vi­tà diver­sa da quel­la edi­le od affi­ne;
  • espa­trio;
  • ces­sa­zio­ne defi­ni­ti­va dell’attività lavo­ra­ti­va a ter­mi­ni di leg­ge;
  • deces­so.

I requisiti del lavoratore

Il lavo­ra­to­re al momen­to del­la doman­da deve esse­re sta­to alle dipen­den­ze di impre­sa iscrit­ta alla Cas­sa Edi­le ed in rego­la con i ver­sa­men­ti pre­vi­sti dal­la nor­ma­ti­va con­trat­tua­le.

Come otte­ne­re la pre­sta­zio­ne

Il lavo­ra­to­re o gli inte­res­sa­ti aven­ti dirit­to ai rim­bor­si anti­ci­pa­ti del­le quo­te accan­to­na­te dal­le impre­se devo­no pre­sen­ta­re doman­da docu­men­ta­ta alla Cas­sa Edi­le cor­re­da­ta dai seguen­ti docu­men­ti:

[tr-accor­dion id=”13960″]

La modulistica