L’adempimento

Le impre­se iscrit­te alla Cas­sa Edi­le sono tenu­te a ver­sa­re i con­tri­bu­ti nel­la misu­ra sot­to indi­ca­ta sta­bi­li­ta dal Con­trat­to del Lavo­ro pro­vin­cia­le vigen­te e dagli even­ti suc­ces­si­vi Accor­di sin­da­ca­li in rela­zio­ne ai lavo­ra­to­ri pro­pri dipen­den­ti iscrit­ti pres­so l’Ente.

Come ottenere la prestazione

Il lavo­ra­to­re o gli aven­ti cau­sa devo­no pre­sen­ta­re doman­da (CE 006 op.) alla Cas­sa Edi­le cor­re­da­ta dai seguen­ti docu­men­ti:

[tr-accor­dion id=”13921″]

I requisiti dei lavoratori

L’erogazione è effet­tua­ta a con­di­zio­ne che il lavo­ra­to­re abbia matu­ra­to i seguen­ti requi­si­ti:

  • abbia per­ce­pi­to alme­no una vol­ta l’Anzianità Pro­fes­sio­na­le Edi­le o, comun­que, abbia matu­ra­to il requi­si­to richie­sto per la nor­ma­le ero­ga­zio­ne dell’A.P.E. (2.100 ore);
  • la/e impresa/e per le qua­li ha lavo­ra­to abbia­no effet­tua­to a suo favo­re­gli accan­to­na­men­ti per gra­ti­fi­ca nata­li­zia e  ferie nel bien­nio pre­ce­den­te l’evento.

La scadenza

La doman­da deve esse­re pre­sen­ta­ta entro 90 gior­ni decor­ren­ti dal­la data dell’evento.