Indennità speciale a favore del personale non soggetto a limitazioni di orario – Art. 47 C.C.N.L.

Le parti si danno atto che nel richiamarsi alle vigenti norme di legge sull’orario di lavoro non hanno comunque inteso introdurre alcuna modifica a quanto disposto dall’art. 1 del R.D.L. 15 marzo 1923, n. 692, il quale esclude dalla limitazione dell’orario di lavoro gli impiegati con funzioni direttive svolgenti determinate mansioni.

A tale effetto si conferma che è da considerare personale direttivo – escluso dalla limitazione dell’orario di lavoro – quello preposto alla direzione tecnica od amministrativa dell’impresa o di un reparto di essa, con la diretta responsabilità dell’andamento dei servizi (art. 3, n. 2 del R.D. 10 settembre 1923, n. 1955).

Il personale di cui sopra ha diritto ad una indennità speciale nella misura del venticinque per cento dello stipendio minimo mensile, dell’ex indennità di contingenza, del premio di produzione e dell’elemento economico territoriale (in vigore fino al 31 dicembre 2010).

È in facoltà dell’impresa di dedurre l’importo dell’indennità suddetta dall’eventuale superminimo, sempreché questo sia stato fissato in considerazione della particolare natura delle mansioni.

X