Trasferta giornaliera – Art. 7 C.C.P.L.

L’indennità di trasferta giornaliera è pari al 18% in tutti i casi in cui il lavoratore sia comandato oltre i 10 Km. dai confini territoriali del Comune ove è situato il cantiere per il quale è stato assunto, a meno che il lavoro si svolga nel Comune di residenza o di abituale dimora dell’operaio o quando questo venga ad essere favorito da un avvicinamento alla sua residenza o abituale dimora che comporti per lui un effettivo vantaggio.

Nel caso l’impresa provveda al trasporto dei lavoratori con mezzo aziendale, per i soli lavoratori, non autisti, comandati alla guida per il tragitto di andata e ritorno, l’indennità sopra indicata è integrata con un elemento forfettario giornaliero omnicomprensivo pari a 10 €.

In caso di trasferta giornaliera, il lavoratore avrà diritto ad un pasto caldo, rimborsato a piè di lista.

In tale caso, o qualora il pasto caldo sia sostituito dall’indennità di cui al punto 9 o da un ticket – pasto di pari importo, il valore della trasferta giornaliera è ridotto di un terzo per ogni pasto erogato/rimborsato/sostituito.

Il tempo di viaggio per raggiungere la località di trasferta non è computato nell’orario di lavoro che pertanto comincia con l’arrivo in cantiere.

Qualora tale tempo si protragga oltre le 2 ore a tratta singola, la parte eccedente le due ore, seppur non rientrante nell’orario di lavoro, darà diritto ad un indennizzo pari al 50% della paga oraria del lavoratore proporzionata al periodo eccedente.

L’indennità di trasferta è calcolata sugli elementi della retribuzione di cui al punto 3) dell’art. 24 del C.C.N.L. compreso l’E.D.R.

L’indennità di trasferta giornaliera è pari al 18% in tutti i casi in cui il lavoratore sia comandato oltre i 10 Km. dai confini territoriali del Comune ove è situato il cantiere per il quale è stato assunto, a meno che il lavoro si svolga nel Comune di residenza o di abituale dimora dell’operaio o quando questo venga ad essere favorito da un avvicinamento alla sua residenza o abituale dimora che comporti per lui un effettivo vantaggio.

Nel caso l’impresa provveda al trasporto dei lavoratori con mezzo aziendale, per i lavoratori comandati alla guida l’indennità sopra indicata è elevata a 30%

In caso di trasferta giornaliera, il lavoratore avrà diritto ad un pasto caldo, rimborsato a piè di lista.

L’indennità di trasferta è calcolata sugli elementi della retribuzione di cui al punto 3) dell’art. 24 del C.C.N.L. compreso l’E.D.R.

  •