C.C.P.L. 2016 – Presentazione della revisione 2017

Come ogni anno, le Parti Sociali hanno provveduto alla revisione del Contratto Integrativo Edilizia, volta a correggere le disfunzioni rilevate in corso d’anno, a perfezionarne i meccanismi e a tarare le aliquote in funzione dei fabbisogni o delle eccedenze registrate.

Le nuove disposizioni entrano in vigore dal 1 gennaio 2018 e a valere sul mese di paga di gennaio 2018.

Il nuovo testo del Contratto coordinato con i correttivi introdotti contiene le principali novità di seguito illustrate.

Anzitutto, la Cassa Edile ha messo a disposizione delle Parti Sociali alcune eccedenze dei Fondi che le Parti hanno utilizzato per ridurre il peso contributivo complessivo a carico delle Imprese e nel contempo migliorare sensibilmente le prestazioni in favore dei Lavoratori.

In particolare, per quanto di prevalente interesse delle Imprese:

  • l’aliquota del Fondo Vestiario scende da 0,50 a 0,30, mentre l’aliquota premiale scende da 0,15 a 0,10
  • l’aliquota premiale del Fondo Nazionale APE scende da 3,40 a 2,80
  • l’aliquota premiale ESE scende da 0,60 a 0,25
  • l’aliquota del Fondo di Mutualità scende da 1,10 a 0,30, mentre l’aliquota premiale scende da 0,10 a 0,05. Le Quote di Adesione Contrattuale a carico delle Imprese e dei Lavoratori passano da 0,91 a 1,00.

Pertanto, nel complesso, il carico contributivo base Cassa Edile diminuisce di 0,91%, quello premiale di 0,96%.

Anche per l’anno 2018, non ricorrono le condizioni contrattuali per il riconoscimento dell’EVR.

La disciplina relativa alla Norma Premiale (art.19) è stata riscritta provvedendo a operare alcune modifiche perequative. In particolare, l’imponibile contributivo minimo mensile scende da 4000 a 3500 euro. Le ore di Festività e quelle di CIG riconosciute dall’INPS vengono considerate valide ai fini del calcolo. In compensazione solo parziale, passano da 1700 a 1800 le ore minime denunciate sommando ore lavorate, carenza, malattia, infortunio e festività. Trimestralmente potranno essere fatte valere anche le ore di CIG Meteo. E’previsto inoltre un regime transitorio per le ore CIG da far valere entro il mese di gennaio 2018. Infine, il requisito di versamento passa da bollettino freccia a RID.

Il contributo RLST a carico delle Imprese non dotate di Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza passa da 0,55 a 0,60.

Per quanto di prevalente interesse dei Lavoratori:

L’aliquota del Fondo di Mutualità a carico del Lavoratore scende a zero.

Allo scopo di migliorare il servizio Vestiario sono state anticipate di un mese le distribuzioni estive e invernali, e soprattutto  è stato previsto un sostanziale aumento dello stanziamento del Fondo, volto a migliorare la qualità e la quantità dei capi distribuiti. Ad evitare sperequazioni, è stato inoltre accorciato il mese di riferimento – presenza.

Ai fini del riconoscimento delle prestazioni Cassa Edile, vengono calcolate anche le ore relative a CIG Meteo riconosciute dall’INPS.

Per una completa lettura delle norme si rinvia a:

Contratto Integrativo territoriale unitario

 

X