Infortunio/malattia professionale – Le risposte alle vs. domande

In caso di malattia professionale, l’operaio, non in prova, ha diritto alla conservazione del posto, senza interruzione dell’anzianità professionale per un periodo di 9 mesi consecutivi (pari a 270 giorni di calendario).

Nel caso di più malattie o ricaduta nella stessa malattia l’operaio ha diritto alla conservazione del posto di lavoro per un periodo massimo di 9 mesi nell’arco di 12 mesi consecutivi (pari a 365 giorni di calendario).

In caso di infortunio sul lavoro, l’operaio, non in prova, ha diritto alla conservazione del posto fino a quando dura la invalidità temporanea.

L’indennità integrativa è pari all’importo  che  risulta  moltiplicando:

  • la quota sotto indicata del valore della  retribuzione oraria costituita da minimo di paga base +elemento economico territoriale + indennità territoriale di settore + ex indennità di contingenza.
  • il numero di ore corrispondente alla divisione per sette dell’orario contrattuale settimanale in vigore nella circoscrizione durante l’assenza per infortunio o per malattia professionale.

Il trattamento economico è erogato per tutte le giornate indennizzate dall’INPS, comprese le domeniche.

L’impresa durante l’assenza dal lavoro per malattia dei propri dipendenti, nei limiti della conservazione del posto, è tenuta ad accantonare presso la Cassa  Edile  la  percentuale  per  ferie  e  gratifica  natalizia.

Le percentuali di accantonamento devono essere computate sulla retribuzione figurativa che l’operaio avrebbe percepito qualora avesse lavorato, in base all’orario normale di lavoro effettuato dal cantiere durante l’assenza per infortunio o malattia professionale.

Le percentuali di accantonamento sono:

L’Impresa puo’ richiede alla Cassa Edile il rimborso di parte degli importi erogati mensilmente agli operai in caso di malattia professionale ed infortunio.

La impresa deve fare richiesta di rimborso nella denuncia mensile M.U.T.

La quota di rimborso é pari all’importo che si ottiene moltiplicando:

  • il coefficiente indicato nella tabella seguente per la retribuzione oraria costituita da (minimo di paga base + elemento economico territoriale + indennità territoriale di settore + ex indennità di contingenza)
  • il numero di ore corrispondente alla divisione per sette dell’orario contrattuale settimanale in vigore nella circoscrizione durante l’assenza.

Il trattamento é erogato per tutte le giornate indennizzate dall’INAIL, comprese le domeniche.

Clicca qui per approfondimenti su modalità e quote di rimborso