Iscrizione lavoratori in distacco

Regola #

I lavoratori che lavorano in distacco da una impresa che non natura non edile presso un’impresa che svolge lavorazioni di natura strettamente edile devono essere iscritti alla Cassa Edile e sono, pertanto, soggetti alla contribuzione edile.

Sentenza Tribunale Catanzaro #

Di interesse sull’argomento è l’ordinanza di rigetto, R.G. 1468/2020 del 22/01/2021, resa dal Tribunale di Catanzaro, in funzione di Giudice del Lavoro e della Previdenza Sociale, avverso il ricorso d’urgenza promosso da una impresa che, in qualità di distaccante nell’ambito di lavorazioni di armamento ferroviario, riteneva di non essere obbligata alla contribuzione in Cassa Edile, fondando le proprie ragioni sul presupposto che il codice statistico (codice Ateco) ad essa attribuito, non determinava tale adempimento con conseguente applicazione del CCNL metalmeccanico.

Il Giudice, recependo e conformandosi al più recente orientamento della Corte di Cassazione consacrato nella sentenza n. 9803/2020, ha statuito che, ai fini del corretto inquadramento del settore produttivo, prevale il criterio prevale il criterio dell’attività effettivamente svolta dall’impresa e di conseguenza dai propri dipendenti distaccati, non essendovi alcun automatismo con il codice ATECO assegnato da parte dell’ente previdenziale in sede di iscrizione nel Registro delle Imprese.

La sentenza acquisisce particolare interesse anche per la valorizzazione e analisi dei contenuti dei contratti di distacco stipulati, tutti riconducibili a lavorazioni di natura strettamente edile, rapportati all’oggetto del contratto d’appalto di cui era titolare l’impresa
distaccataria.

Testo della sentenza
Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica [276.54 KB]

X