Contributi: Come e quando si versano in Cassa Edile?

Le imprese iscritte alla Cassa Edile sono tenute a versare mensilmente i contributi nella misura indicata stabilita dal Contratto del Lavoro provinciale vigente e dagli eventi successivi Accordi sindacali in relazione ai lavoratori propri dipendenti iscritti presso l’Ente.

Attualmente le aliquote contributive sono le seguenti:

L’unica possibilità di versamento prevista per i contributi premiali è il SEPA RID.

I contributi ordinari possono essere pagati a mezzo:

  • SEPA RID
  • Bollettino freccia
  • Bonifico bancario sul conto corrente n. 700080 Banca Carige spa – filiale Agenzia 10 Savona (indirizzo corso Italia 10 – Savona, tel. 019 83111) intestato a Cassa Edile della Provincia di Savona – codice IBAN IT27X0617510610000000700080 (Abi 06175, Cab 10610)

La procedura SEPA RID va preventivamente autorizzata.

Nel caso di versamento a mezzo di bollettino freccia, l’Impresa deve comporre e stampare il bollettino freccia sulla sua area riservata del portaleweb della Cassa Edile e successivamente consegnare il bollettino al proprio istituto bancario.

Il pagamento mediante bonifico bancario é, su scelta delle Parti Sociali territoriali, penalizzato. I versamenti con bonifico bancario sono soggetti a versamento di un contributo aggiuntivo pari a 0,75%.

Il versamento va effettuato con valuta fissa per il beneficiario a favore della Cassa Edile della Provincia di Savona presso la banca convenzionata (attualmente Cassa di Risparmio di Savona) entro la fine del mese successivo a quella del periodo di paga.

La scadenza, se cadente di sabato o in giorni festivi, si intende automaticamente prorogata al primo giorno lavorativo immediatamente successivo.

Il termine di versamento dei contributi e dell’accantonamento fa riferimento, congiuntamente alla data di operazione bancaria e alla data di valuta riconosciute a favore della Cassa Edile.

esempio:

versamento del periodo contributivo del mese di ottobre 2020: si considera effettuato nei termini contrattuali se risulta effettuato alla Cassa Edile con data valuta per il beneficiario (Cassa Edile) entro e non oltre il 30 novembre 2020 e data operazione bancaria risultante sul conto corrente della Cassa Edile entro e non oltre il 30 novembre 2020.

Nel caso in cui anche una sola una due date  (operazione e valuta) relative ai versamenti  risultino oltre i termini previsti dalle vigenti disposizioni contrattuali e/o deliberate dalla Cassa Edile l’Impresa dovrà versare un contributo aggiuntivo pari all’interesse legale – su base annua – pari al 50% dell’interesse applicato dall’INPS.

Le Imprese che non effettuano il versamento integrale dell’accantonamento e dei contributi alle scadenze contrattuali sono considerate a tutti gli effetti inadempienti.

Il mancato rispetto, anche di uno solo dei requisiti, è motivo di perdita del diritto di usufruire della “norma premiale”.