[alg_back_button] [intense_spacer type=”block” height=”15″]

Con la circolare n. 80 del 2 maggio 2017 l’Inps ha fornito chiarimenti in ordine al rilascio del Durc per le Imprese che hanno presentato domanda di adesione alla rottamazione delle cartelle Equitalia

A partire dal 24 aprile, ai debitori nei confronti dell’Inail è riconosciuto il requisito di regolarità contributiva qualora sia stata manifestata la volontà di avvalersi della definizione agevolata (art. 6 del dl 193/2016).

La circolare, redatta sulla base delle novità introdotte dal dl 50/2017, chiarisce, infatti, che le imprese che hanno presentato domanda di rottamazione delle cartelle Equitalia entro il 21 aprile 2017 possono richiedere il rilascio immediato del Durc, in caso di rateizzazione, anche prima del pagamento dell’importo o della prima rata, a condizione che l’unica irregolarità sia quella della cartella di pagamento rottamata.

L’Inps precisa, infine, che, in caso di mancato pagamento dell’importo del debito oggetto di definizione agevolata, i Durc rilasciati a partire dal 24 aprile 2017 saranno annullati; la definizione agevolata si perfeziona soltanto con il pagamento dell’intero importo o della prima rata in caso di pagamento rateale del debito Equitalia rottamato.