Può capi­ta­re che duran­te la modi­fi­ca di can­tie­ri già inse­ri­ti il pro­gram­ma visua­liz­zi can­tie­ri dop­pi o pro­po­sti più vol­te ma con descri­zio­ni diver­se.

In tut­ti que­sti casi l’impresa deve segna­la­re la casi­sti­ca alla Cas­sa Edi­le a mez­zo fax o e‑mail indi­can­do il codi­ce uni­vo­co cor­ret­to e quel­lo da eli­mi­na­re.

Si rac­co­man­da di richie­de­re l’intervento del­la Cas­sa Edi­le solo dopo ave­re cor­ret­ta­men­te veri­fi­ca­to la effet­ti­va dupli­ca­zio­ne e non inve­ce una cor­ret­ta indi­ca­zio­ne di lavo­ri diver­si posi­zio­na­ti nel­la stes­sa loca­li­tà.