Incentivo occupazione

NUOVO

Beneficio

E’ rico­no­sciu­to un:

  • incen­ti­vo di €. 600,00 da por­ta­re in com­pen­sa­zio­ne sui con­tri­bu­ti dovu­ti alla Cas­sa Edile/Edilcassa
  • un vou­cher for­ma­zio­ne di €. 150 da uti­liz­za­re per il lavo­ra­to­re assunto.

L’im­pre­sa ha l’impegno a svol­ge­re, pres­so gli Enti bila­te­ra­li di set­to­re, le 16 ore di for­ma­zio­ne di ingres­so con­trat­tual­men­te pre­vi­ste, lad­do­ve non già effettuate.

Destinatari

Le impre­se che:

  • assu­mo­no un lavo­ra­to­re under 30 anni (max. 29 anni e 364 gior­ni) con con­trat­to di lavo­ro subor­di­na­to a tem­po pie­no e inde­ter­mi­na­to, anche in appren­di­sta­to pro­fes­sio­na­liz­zan­te, o tra­sfor­ma­no un con­trat­to a tem­po deter­mi­na­to in inde­ter­mi­na­to a par­ti­re dal 1° gen­na­io 2020 (requi­si­to oggettivo).
  • sono in rego­la con i ver­sa­men­ti a livel­lo nazio­na­le sia al momen­to del­la pre­sen­ta­zio­ne dell’istanza che all’atto del­la com­pen­sa­zio­ne. (n.b.: l’impresa si con­si­de­ra rego­la­re anche in caso di rateiz­za­zio­ne dei ver­sa­men­ti matu­ra­ti e sca­du­ti al momen­to dell’assunzione) (requi­si­to soggettivo)
  • non han­no pro­ce­du­to a licen­zia­men­ti indi­vi­dua­li o col­let­ti­vi per giu­sti­fi­ca­to moti­vo ogget­ti­vo nei 6 mesi pre­ce­den­ti l’assunzione, per gli ope­rai occu­pa­ti nel­la mede­si­ma uni­tà pro­dut­ti­va con il mede­si­mo livel­lo con­trat­tua­le e con mede­si­me man­sio­ni. (requi­si­to soggettivo)

Sono pri­vi­le­gia­te le impre­se con mag­gio­re anzia­ni­tà di iscri­zio­ne pres­so la Cas­sa Edile/Edilcassa com­pe­ten­te per l’invio del­la richie­sta e dove risul­ta iscrit­to il lavoratore.

Limiti

L’incentivo è riconosciuto:

  • alla sin­go­la impre­sa per un nume­ro di assun­zio­ni e/o tra­sfor­ma­zio­ni non supe­rio­re al 30% del­la media dei lavo­ra­to­ri a tem­po inde­ter­mi­na­to in for­za nel pre­ce­den­te anno in CE/ED e, comun­que, il bene­fi­cio è rico­no­sciu­to nel caso di assun­zio­ne e/o tra­sfor­ma­zio­ne di alme­no 1 lavo­ra­to­re, indi­pen­den­te­men­te dal nume­ro degli occu­pa­ti (con pos­si­bi­li­tà di una sola ulte­rio­re richie­sta tra­scor­si 12 mesi dall’ultima compensazione);
  • una sola vol­ta al lavo­ra­to­re rias­sun­to dal mede­si­mo dato­re di lavoro.

Cassa Edile competente

La Cas­sa Edile/Edilcassa pres­so cui è iscrit­to il lavo­ra­to­re al momen­to dell’assunzione.

Domanda sgravio

La doman­da va pre­sen­ta­ta tra­mi­te PEC, a pena di nul­li­tà, entro 30 gior­ni dal­la data di assun­zio­ne pres­so la Cas­sa Edile/Edilcassa competente.

Deve uti­liz­zar­si il modu­lo pre­di­spo­sto deno­mi­na­to “DOMANDA DI INCENTIVOSCONTO CONTRIBUTO”, cor­re­da­to del­la dichia­ra­zio­ne atte­stan­te la pre­sen­za dei requi­si­ti richiesti.

Regime transitorio

In via ecce­zio­na­le, nel­la fase di avvio del fon­do, per tut­te le assun­zio­ni o tra­sfor­ma­zio­ni a tem­po inde­ter­mi­na­to effet­tua­te dal 1° gen­na­io al 30 set­tem­bre 2020, le istan­ze dovran­no esse­re pre­sen­ta­te entro il 31 otto­bre 2020 e le gra­dua­to­rie con con­te­stua­le comu­ni­ca­zio­ni alle impre­se saran­no effet­tua­te dal­le Cas­se entro il 30 novem­bre 2020

Decorrenza

Il bene­fi­cio spet­ta per le assun­zio­ne effet­tua­te a far data 1° gen­na­io 2020.

Procedura per la Cassa

Le Cas­se Edili/Edilcasse pro­ce­do­no alla for­ma­zio­ne di una gra­dua­to­ria del­le doman­de per­ve­nu­te e alla con­te­stua­le comu­ni­ca­zio­ne alle imprese:

  • entro il 30 apri­le, per le doman­de pre­sen­ta­te nel pri­mo seme­stre Cas­sa Edi­le (1° Ottobre/31 marzo)
  • entro il 31 otto­bre, per le doman­de pre­sen­ta­te nel secon­do seme­stre Cas­sa Edi­le (1° aprile/30 settembre)

Sono esclu­se le doman­de per­ve­nu­te da impre­se dive­nu­te irre­go­la­ri suc­ces­si­va­men­te alla pre­sen­ta­zio­ne del­la doman­da e risul­tan­ti tali al momen­to del­la compensazione.

Valu­ta­ta la sus­si­sten­za dei requi­si­ti del lavo­ra­to­re e dell’impresa la Cas­sa Edile/Edilcassa pro­ce­de con la com­pen­sa­zio­ne con i con­tri­bu­ti dovu­ti rela­ti­va­men­te alle par­ti­te rife­ri­te al pri­mo mese uti­le dall’accoglimento dell’istanza.

Le istan­ze non accol­te per inca­pien­za del fon­do entra­no di dirit­to nel­la gra­dua­to­ria del seme­stre suc­ces­si­vo. A pari­tà di con­di­zio­ni vale il cri­te­rio cro­no­lo­gi­co rife­ri­to alla data di pre­sen­ta­zio­ne dell’istanza.

Le Cas­se Edili/Edilcasse effet­tua­no una ren­di­con­ta­zio­ne annua­le alla CNCE, anche al fine di non gene­ra­re riserve.

Mancato riconoscimento e revoca

Fat­ta ecce­zio­ne per i lavo­ra­to­ri che abbia­no acces­so al pen­sio­na­men­to o pre­pen­sio­na­men­to nell’arco dei 24 mesi, il man­ca­to rico­no­sci­men­to o la revo­ca dal bene­fi­cio si attua allor­quan­do, nei 6 mesi suc­ces­si­vi, si veri­fi­chi un licen­zia­men­to per giu­sti­fi­ca­to moti­vo ogget­ti­vo dell’operaio assun­to o di un altro ope­ra­io occu­pa­to nel­la mede­si­ma uni­tà pro­dut­ti­va con il mede­si­mo livel­lo con­trat­tua­le e con mede­si­me mansioni.

Chi riconosce il voucher

La Cas­sa Edile/Edilcassa cui è sta­ta inol­tra­ta la richie­sta dell’incentivo median­te l’emissione di un vou­cher virtuale.

Domanda voucher

Deve uti­liz­zar­si il modu­lo pre­di­spo­sto deno­mi­na­to “– “DOMANDA DI INCENTIVOVOUCHER FORMAZIONE

Dove spendere il voucher

  • Pres­so la Scuo­la Edi­le di rife­ri­men­to attra­ver­so il rila­scio da par­te del­la CE/EC del vou­cher vir­tua­le da regi­stra­re sul­la posi­zio­ne dell’impresa. Suc­ces­si­va­men­te la Cas­sa pro­ce­de­rà a rico­no­sce­re l’importo del vou­cher alla Scuo­la Edile.
  • Pres­so le Scuo­le Edi­li del­la regio­ne di appar­te­nen­za, in assen­za del cor­so di inte­res­se nel­la Scuo­la edi­le di rife­ri­men­to. Anche in que­sto caso la Cas­sa di com­pe­ten­za prov­ve­de­rà al rila­scio del vou­cher vir­tua­le per pro­ce­de­re poi al rico­no­sci­men­to dell’importo alla Scuo­la Edile.
  • Pres­so una strut­tu­ra con­ven­zio­na­ta con le Scuo­le Edi­li e accre­di­ta­ta pres­so la Regio­ne di com­pe­ten­za, lad­do­ve l’impresa non tro­vas­se il cor­so di inte­res­se, come indi­ca­to nei pre­ce­den­ti pun­ti. In quest’ultimo caso, l’importo del vou­cher, lad­do­ve non diret­ta­men­te ver­sa­to alla strut­tu­ra pre­scel­ta, potrò esse­re com­pen­sa­to a fron­te del­la pre­sen­ta­zio­ne del­la docu­men­ta­zio­ne neces­sa­ria, con i con­tri­bu­ti dovu­ti alla CE/ED.

Termine del voucher

  • Entro 180 gior­ni dall’assunzione nel caso di cor­so ero­ga­to dal­la Scuo­la Edi­le del siste­ma, ad esclu­sio­ne del­le assun­zio­ne con con­trat­to di appren­di­sta­to professionalizzante.
  • Entro 180 gior­ni dal­la data di pre­sen­ta­zio­ne del­la docu­men­ta­zio­ne atte­stan­te l’avvenuta for­ma­zio­ne nel caso di cor­so ero­ga­to da strut­tu­ra con­ven­zio­na­ta con le Scuo­le Edi­li e accre­di­ta­ta pres­so la Regio­ne di com­pe­ten­za, ad esclu­sio­ne del­le assun­zio­ne con con­trat­to di appren­di­sta­to professionalizzante.

Criteri graduatorie

Rif.Cri­te­rioPun­teg­gioNote
AAnzia­ni­tà contributiva1*XX è il nume­ro di mesi di anzia­ni­tà con­tri­bu­ti­va dell’azienda pres­so la Cas­sa Edile/Edilcassa di iscri­zio­ne pres­so la Cas­sa Edile\Edilcassa a cui è inol­tra­ta la richie­sta e dove risul­ta iscrit­to il lavo­ra­to­re. Non si com­pu­ta­no i mesi che non han­no dato luo­go a ver­sa­men­ti contributivi.
BAssun­zio­ne tra­mi­te Blen.it20 Pun­teg­gio attri­bui­to se lavo­ra­to­re è sta­to assun­to tra­mi­te Blen.it
CData di assun­zio­ne o tra­sfor­ma­zio­ne del rap­por­to di lavo­ro a tem­po indeterminatoX/5X è il nume­ro di gior­ni com­pre­si fra ini­zio di seme­stre edi­le e data di assunzione/trasformazione. Nel caso di doman­da pre­sen­ta­ta per una assunzione/trasformazione per­fe­zio­na­ta il seme­stre edi­le pre­ce­den­te a quel­lo di rife­ri­men­to, ai fini del cal­co­lo si con­si­de­ra con­ven­zio­nal­men­te il pri­mo gior­no del seme­stre edi­le di rife­ri­men­to (1 otto­bre /1 apri­le) quin­di X è ugua­le a 0.
DEtà del lavoratore(30‑X)*3X è l’età (in anni) del lavo­ra­to­re al momen­to dell’assunzione/trasformazione.

For­mu­la da appli­ca­re per le gra­dua­to­rie: A + B — C + D

La modulistica

FAQ

1. L’incentivo FIO lo si può richie­de­re anche per gli impiegati?
NO. L’incentivo FIO dell’importo di € 600,00 è rico­no­sciu­to agli ope­rai che non abbia­no com­piu­to 30 anni (29 anni e 364 gior­ni) assun­ti con con­trat­to di lavo­ro subor­di­na­to a tem­po pie­no e inde­ter­mi­na­to, anche con appren­di­sta­to pro­fes­sio­na­liz­zan­te e nel­le ipo­te­si di tra­sfor­ma­zio­ne di con­trat­to a tem­po deter­mi­na­to. Il Vou­cher di € 150,00, inve­ce, è rico­no­sciu­to nel­le mede­si­me ipo­te­si ad esclu­sio­ne dell’apprendistato professionalizzante.

2. Qua­li impre­se han­no dirit­to alla prestazione?
Tut­te le impre­se che al momen­to del­la richie­sta del bene­fi­cio e al momen­to del­la com­pen­sa­zio­ne da par­te del­la Cas­sa edile/Edilcassa com­pe­ten­te sia­no in rego­la con i ver­sa­men­ti in tut­te le Cas­se edili/Edilcasse in cui abbia­no una posi­zio­ne aper­ta. Han­no dirit­to anche le azien­de con un pia­no di rateiz­za­zio­ne in cor­so, pur­ché in rego­la con il ver­sa­men­to del­le rate. Le azien­de richie­den­ti non devo­no aver licen­zia­to nei 6 mesi pre­ce­den­ti un lavo­ra­to­re con mede­si­mo livel­lo e man­sio­ne del lavo­ra­to­re neoassunto. 

3. Nei casi di lavo­ra­to­ri che nel mede­si­mo mese risul­ti­no iscrit­ti in più CE/ED qua­le sarà l’ente com­pe­ten­te a rice­ve­re la domanda?
La CE/ED com­pe­ten­te sarà quel­la del luo­go in cui avvie­ne l’assunzione.

4. Nel caso di tra­sfe­ri­men­to del lavo­ra­to­re dopo 3 mesi su altro can­tie­re di com­pe­ten­za di altra CE qual è la CE/ED com­pe­ten­te ad effet­tua­re la compensazione?
La CE/ED com­pe­ten­te rimar­rà quel­la del luo­go in cui è avve­nu­ta l’assunzione.

5. Qua­li sono le sca­den­ze suc­ces­si­ve a quel­le del 30 set­tem­bre 2020 per pre­sen­ta­re le domande?
Le doman­de di acces­so all’incentivo devo­no per­ve­ni­re alla CE/ED com­pe­ten­te (ad ecce­zio­ne del­la fase di avvio del fon­do) entro 30 gior­ni dal­la data di assun­zio­ne e/o tra­sfor­ma­zio­ne, attra­ver­so l’invio del­la docu­men­ta­zio­ne tra­mi­te PEC. Le doman­de saran­no esa­mi­na­te ed ela­bo­ra­te entro la fine del mese suc­ces­si­vo a quel­lo di chiu­su­ra del seme­stre. Si ricor­da che i due seme­stri sono 1° otto­bre — 31 mar­zo e 1° apri­le-30 settembre. 

6. Nel caso di revo­ca dell’incentivo già com­pen­sa­to qua­le sarà la pro­ce­du­ra da seguire?
In tale eve­nien­za si prov­ve­de­rà a regi­stra­re, sul­la posi­zio­ne dell’impresa, il cor­ri­spet­ti­vo impor­to a debi­to matu­ra­to a segui­to del­la revo­ca del­la com­pen­sa­zio­ne che sarà pron­ta­men­te comu­ni­ca­ta all’impresa per il rela­ti­vo recupero.

7. Per il com­pu­to del 30% si ten­go­no in con­si­de­ra­zio­ne anche gli impie­ga­ti e i lavo­ra­to­ri a chia­ma­ta o part time?
SI. Ai fini del com­pu­to del 30% di cui al pun­to 8 del Rego­la­men­to si con­si­de­ra la media dei lavo­ra­to­ri a tem­po inde­ter­mi­na­to in for­za pres­so l’impresa nel pre­ce­den­te anno Cas­sa Edile/Edilcassa, con arro­ton­da­men­to all’unità supe­rio­re in caso di pre­sen­za di decimali.

Fer­mo restan­do il rispet­to dei requi­si­ti sud­det­ti, all’impresa potrà esse­re rico­no­sciu­to l’incentivo per l’assunzione e/o tra­sfor­ma­zio­ne di alme­no 1 lavo­ra­to­re, indi­pen­den­te­men­te dal nume­ro dei lavo­ra­to­ri occupati.

8. In caso di dimis­sio­ni del lavo­ra­to­re l’incentivo vie­ne revocato?
NO. La revo­ca avvie­ne nel­le ipo­te­si di licen­zia­men­to di cui al pun­to 7 dell’art. 3 del Regolamento.

9. E’ dovu­to l’incentivo in caso di tra­sfor­ma­zio­ne del con­trat­to di apprendistato?
NO. L’incentivo è rico­no­sciu­to a tut­te le impre­se che assu­mo­no con con­trat­to di lavo­ro subor­di­na­to a tem­po pie­no e inde­ter­mi­na­to, anche in appren­di­sta­to pro­fes­sio­na­liz­zan­te, non­ché nel­le tra­sfor­ma­zio­ni di con­trat­ti a tem­po determinato. 

8. In caso di dimis­sio­ni del lavo­ra­to­re l’incentivo vie­ne revocato?
NO. La revo­ca avvie­ne nel­le ipo­te­si di licen­zia­men­to di cui al pun­to 7 dell’art. 3 del Regolamento.

10. E’ obbli­ga­to­rio richie­de­re entram­bi gli incen­ti­vi (€600,00 com­pen­sa­zio­ne con­tri­bu­ti e € 150,00 vou­cher for­ma­ti­vo) o le due prov­vi­den­ze sono disgiunte? 
Non è obbli­ga­to­rio richie­de­re entram­bi gli incen­ti­vi. Risul­ta trai­nan­te, però, al fine del­la richie­sta del vou­cher di €150,00, aver richie­sto l’incentivo di € 600,00. Il bonus for­ma­ti­vo dovrà esse­re richie­sto pre­sen­tan­do appo­si­ta doman­da attraverso
il model­lo deno­mi­na­to “Doman­da di incen­ti­vo- Vou­cher Formativo”. 

11. La com­pen­sa­zio­ne per il rico­no­sci­men­to del bene­fi­cio dei 600 Euro su qua­li voci deve esse­re imputata?
La com­pen­sa­zio­ne va effet­tua­ta su tut­to quan­to dovu­to dall’impresa nel mese di com­pe­ten­za, fer­mo restan­do la veri­fi­ca del­la Cas­sa cir­ca la capien­za del Fon­do Incen­ti­vo Occupazione. 

Accordo Nazionale