In deroga a quanto previsto al Capitolo “Casi di non operatività del Piano” al punto 3, il Fondo liquida le spese sostenute per gli interventi chirurgici conseguenti alle seguenti patologie comprese le prestazioni d’implantologia dentale anche se successivi ad interventi chirurgici avvenuti fuori dalla copertura del Piano sanitario purché anch’essi conseguenti alle seguenti patologie:

  • adamantinoma
  • ascesso dentario in presenza di strumento endodontico nel lume canalare
  • cisti follicolari
  • cisti radicolari
  • odontoma
  • rimozione di impianto dislocato all’interno del seno mascellare

Per l’attivazione della copertura è necessaria una prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.

La documentazione sanitaria necessaria per ottenere la liquidazione delle spese sostenute consiste in:

  • radiografie e referti radiologici per rimozione d’impianto dislocato nel seno mascellare, e ascesso dentario in presenza di strumento endodontico nel lume canalare, rilasciati da Medico Chirurgo specialista in Radiodiagnostica;
  • radiografie, referti radiologici rilasciati da Medico Chirurgo specialista in Radiodiagnostica e referti istologici rilasciati da Medico Chirurgo specialista in Anatomia Patologica, per cisti follicolari e cisti radicolari, adamantinoma, odontoma

La disponibilità annua per la presente copertura è di € 2.000,00 per Iscritto.

Strutture sanitarie e personale convenzionato

Nel caso di utilizzo di strutture sanitarie e personale convenzionato da UniSalute per il Fondo Sanedil, le spese per le prestazioni erogate all’Iscritto vengono liquidate direttamente dal Fondo alle strutture medesime senza l’applicazione di di alcun importo non indennizzabile.

Servizio Sanitario Nazionale

Nel caso in cui l’Iscritto si avvalga del Servizio Sanitario Nazionale, il Fondo rimborsa i ticket sanitari a carico dell’Iscritto senza l’applicazione di alcun importo non indennizzabile.