Informativa per i lavoratori

(ai sen­si degli artt. 13 e 14 del Rego­la­men­to UE 2016/679)

La pre­sen­te infor­ma­ti­va è resa in rela­zio­ne ai dati per­so­na­li dei lavo­ra­to­ri e dei loro fami­glia­ri, che la Cas­sa Edi­le di Savo­na acqui­si­sce, dal­l’in­te­res­sa­to o dal dato­re di lavo­ro, in fase di iscri­zio­ne del lavo­ra­to­re ovve­ro suc­ces­si­va­men­te, per dare attua­zio­ne alle dispo­si­zio­ni del CCNL e dei rela­ti­vi accor­di pro­vin­cia­li (CCPL) appli­ca­bi­li ovve­ro nel cor­so dell’erogazione dei ser­vi­zi e del­le pre­sta­zio­ni di assi­sten­ze pre­vi­ste dal Rego­la­men­to dell’Ente.

1. Finalità del trattamento cui sono destinati i dati

I dati per­so­na­li for­ni­ti sono trat­ta­ti uni­ca­men­te secon­do le fina­li­tà sta­tu­ta­rie dell’Ente in osse­quio alla nor­ma­ti­va sul­la pri­va­cy (D.Lgs. 196/2003, Prov­ve­di­men­ti Garan­te Pri­va­cy, Best Prac­ti­ces) e suc­ces­si­ve modi­fi­ca­zio­ni, non­ché nel rispet­to del Rego­la­men­to UE Data Pro­tec­tion n. 2016/679.

Lo sta­tu­to è visio­na­bi­le sul sito dell’Ente all’in­di­riz­zo: https://www.cassaedilesavona.com

Le basi giu­ri­di­che che giu­sti­fi­ca­no il trat­ta­men­to dei Suoi dati sono:

  • CCNL di set­to­re vigen­te
  • Decre­to 81/2008
  • D.Lgs. 163/2006
  • Pro­to­col­lo Pre­fet­tu­ra del 6/6/2018
  • Inte­res­se pub­bli­co
  • Nor­ma­ti­ve in mate­ria di Durc

I dati ver­ran­no trat­ta­ti, infat­ti, per:

  • l’assolvimento dei com­pi­ti pro­pri rico­no­sciu­ti alla Cas­sa Edi­le dal­le Par­ti Socia­li con­traen­ti i CCNL e dal­lo Sta­to in ordi­ne ai Durc;
  • l’elaborazione e l’erogazione del­le pre­sta­zio­ni spet­tan­ti rela­ti­ve agli isti­tu­ti con­trat­tua­li;
  • l’interesse pub­bli­co di tute­la del siste­ma con­trat­tua­le di set­to­re dal­l’ir­re­go­la­ri­tà con­tri­bu­ti­va, dal lavo­ro som­mer­so e dal­la con­cor­ren­za slea­le;
  • gli adem­pi­men­ti di leg­ge e di con­trat­to nei con­fron­ti degli Isti­tu­ti pre­vi­den­zia­li ed assi­sten­zia­li e del­le Pub­bli­che ammi­ni­stra­zio­ni.

A tito­lo esem­pli­fi­ca­ti­vo e non esau­sti­vo i dati ven­go­no trat­ta­ti per:

  • la cor­re­spon­sio­ne del­le quo­te ver­sa­te dal­le Impre­se per la Gra­ti­fi­ca Nata­li­zie e le Ferie (GNF);
  • la rac­col­ta del­le quo­te con­trat­tual­men­te pre­vi­ste e, nel caso il lavo­ra­to­re risul­ti iscrit­to ad un sin­da­ca­to, la riscos­sio­ne del­le quo­te sin­da­ca­li;
  • la cor­re­spon­sio­ne dell’APE ordi­na­ria;
  • la cor­re­spon­sio­ne dell’APE per deces­so o inva­li­di­tà per­ma­nen­te asso­lu­ta al lavo­ro;
  • la gestio­ne del­le denun­ce di sini­stro rela­ti­ve alle pre­sta­zio­ni ero­ga­te dal Fon­do nazio­na­le per rim­bor­so spe­se sani­ta­rie e da infor­tu­nio (EDILCARD);
  • l’attività di inter­me­dia­zio­ne tra il fon­do Pre­ve­di e i lavo­ra­to­ri iscrit­ti al Fon­do per l’accantonamento con­trat­tua­le obbli­ga­to­rio per il dato­re di lavo­ro pres­so il Fon­do Pre­ve­di e, se il lavo­ra­to­re ade­ri­sce al Fon­do per la par­te volon­ta­ria, del­la quo­ta di ade­sio­ne a suo cari­co;
  • la gestio­ne del­le richie­ste di cor­si di for­ma­zio­ne “16 ore pri­ma” per i lavo­ra­to­ri neo assun­ti;
  • la cor­re­spon­sio­ne del­le pre­sta­zio­ni ordi­na­rie (assi­sten­ze) pre­vi­ste dal CCNL, dal CCPL e dal Rego­la­men­to dell’Ente; ad esem­pio:
    • Inden­ni­tà di malat­tia e Inden­ni­tà d’infortunio o malat­tia pro­fes­sio­na­le;
    • Rim­bor­si spe­se per pro­te­si e appa­rec­chi sani­ta­ri per­so­na­li del lavo­ra­to­re;
    • Rim­bor­si spe­se per pro­te­si e appa­rec­chi sani­ta­ri ai fami­lia­ri del lavo­ra­to­re;
    • Asse­gno annua­le per il coniu­ge o i figli diver­sa­men­te abi­li;
    • Inden­ni­tà straor­di­na­ria per inva­li­di­tà per­ma­nen­te rico­no­sciu­ta dall’Inail;
    • Sus­si­dio per deces­so di fami­lia­ri del lavo­ra­to­re;
    • Asse­gno per matri­mo­nio;
    • Sus­si­dio straor­di­na­rio;
    • Con­tri­bu­to per spe­se per mutuo per acqui­sto pri­ma casa;
    • Asse­gno per la nasci­ta di un figlio;
    • Pre­mio una tan­tum ai gio­va­ni per ini­zio di atti­vi­tà in edi­li­zia;
    • Pre­sta­zio­ne pre­mio una tan­tum ai gio­va­ni stu­den­ti dell’Ente Scuo­la Edi­le per ini­zio atti­vi­tà;
    • Sus­si­dio in caso di deces­so del lavo­ra­to­re;
    • Inden­niz­zo per caren­za malat­tia;
    • Pre­mi di stu­dio;
    • Con­cor­so per l’acquisto dei libri di testo;
    • Vestia­rio e dispo­si­ti­vi di pro­te­zio­ne indi­vi­dua­li;
    • Rim­bor­si anti­ci­pa­ti del­le quo­te accan­to­na­te per gra­ti­fi­ca nata­li­zia e ferie;
    • Accon­ti del­le quo­te accan­to­na­te a tito­lo di gra­ti­fi­ca nata­li­zia e ferie;
  • Gestio­ni fisca­li;
  • Gestio­ni ai fini assi­cu­ra­ti­vi;
  • Riscos­sio­ne del­le quo­te e dei con­tri­bu­ti sin­da­ca­li;
  • Fun­zio­ni di veri­fi­ca dell’attuazione dei con­trat­ti e degli accor­di col­let­ti­vi;
  • Rila­scio del­la Cer­ti­fi­ca­zio­ne Uni­ca (CU);
  • Gestio­ne accer­ta­men­to adem­pi­men­ti in ordi­ne agli obbli­ghi con­tri­bu­ti­vi ai fini dell’emissione del Durc;
  • Accer­ta­men­to, eser­ci­zio o dife­sa di un dirit­to deri­van­te dall’attività isti­tu­zio­na­le, in tut­te le sedi ammi­ni­stra­ti­ve o giu­ri­sdi­zio­na­li ovve­ro per dimo­stra­re di ave­re cor­ret­ta­men­te adem­piu­to agli obbli­ghi altri­men­ti impo­sti al tito­la­re dal­la leg­ge.

2. Modalità del trattamento e periodo di conservazione dei dati

I dati per­so­na­li ver­ran­no trat­ta­ti in for­ma car­ta­cea, infor­ma­tiz­za­ta e tele­ma­ti­ca ed inse­ri­ti nel­le per­ti­nen­ti ban­che dati cui potran­no acce­de­re gli inca­ri­ca­ti al trat­ta­men­to dei dati.

Il trat­ta­men­to potrà anche esse­re effet­tua­to da ter­zi che for­ni­sco­no spe­ci­fi­ci ser­vi­zi ela­bo­ra­ti­vi, ammi­ni­stra­ti­vi o stru­men­ta­li neces­sa­ri per il rag­giun­gi­men­to del­le fina­li­tà di cui sopra.

I dati for­ni­ti ver­ran­no can­cel­la­ti una vol­ta esau­ri­ta la fina­li­tà del rela­ti­vo uti­liz­zo. Con­si­de­ran­do le fina­li­tà del trat­ta­men­to, il ter­mi­ne di con­ser­va­zio­ne si cal­co­la per tut­ta del rap­por­to di lavo­ro in ragio­ne del qua­le il lavo­ra­to­re è iscrit­to alla Cas­sa Edi­le e per l’ulteriore tem­po stret­ta­men­te neces­sa­rio per l’adempimento del­le pre­sta­zio­ni in cor­so e/o anco­ra dovu­te alla ces­sa­zio­ne del rap­por­to, ivi inclu­si gli adem­pi­men­ti di carat­te­re ammi­ni­stra­ti­vo-fisca­le con­nes­si, fino ad un mas­si­mo di 10 anni dal­la noti­zia dell’avvenuto pen­sio­na­men­to per vec­chia­ia del lavo­ra­to­re. Ciò al fine di riu­sci­re a com­pro­va­re l’avvenuto paga­men­to del­le pre­sta­zio­ni.

Decor­so tale ter­mi­ne, le sole infor­ma­zio­ni rela­ti­ve alle ore lavo­ra­te e alla con­tri­bu­zio­ne potreb­be­ro esse­re ulte­rior­men­te con­ser­va­te (in un data base sepa­ra­to e acces­si­bi­le solo ad un ristret­to nume­ro di sog­get­ti appo­si­ta­men­te auto­riz­za­ti) al mero fine di for­ni­re agli enti pre­vi­den­zia­li che ne faces­se­ro richie­sta, ele­men­ti retri­bu­ti­vi e/o con­tri­bu­ti­vi neces­sa­ri per rico­strui­re il fasci­co­lo.

3. Natura dei dati personali

Costi­tui­sco­no ogget­to del trat­ta­men­to i Suoi dati per­so­na­li, anche par­ti­co­la­ri, che ver­ran­no uti­liz­za­ti per le fina­li­tà indi­ca­te a pun­to 1.

I dati rac­col­ti e con­ser­va­ti sono ine­ren­ti essen­zial­men­te a:

  • dati ana­gra­fi­ci e di con­tat­to;
  • dati ban­ca­ri o di natu­ra con­ta­bi­le;
  • dati rela­ti­vi ai com­po­nen­ti del nucleo fami­glia­re (sta­ti di fami­glia e dati sui fami­glia­ri a cari­co);
  • dati rela­ti­vi alla fre­quen­za sco­la­sti­ca (nel caso di stu­den­ti lavo­ra­to­ri e figli di lavo­ra­to­ri;
  • altri dati comu­ni il cui trat­ta­men­to sia comun­que neces­sa­rio per l’erogazione dei ser­vi­zi pre­vi­sti dal CCNL o dal CCPL (es. dati rela­ti­vi alla taglia di capi di abbi­glia­men­to e nume­ro di scar­pe nel caso di for­ni­tu­ra del vestia­rio agli ope­rai);
  • User­na­me e pas­sword nel caso di regi­stra­zio­ne ai ser­vi­zi onli­ne;
  • ID del dispo­si­ti­vo tele­fo­ni­co nel caso di ade­sio­ne ai ser­vi­zi resi tra­mi­te APP.

Ven­go­no trat­ta­ti i seguen­ti dati “par­ti­co­la­ri” ai sen­si dell’art. 9 del Reg. UE 2016/679:

  •  Appar­te­nen­za ad un sin­da­ca­to;
  • Sta­to di salu­te del lavo­ra­to­re;
  • Sta­to di salu­te dei mem­bri del nucleo fami­glia­re del lavo­ra­to­re.

I dati per­so­na­li rela­ti­vi alle per­so­ne di mino­re età ( 18 anni) sono trat­ta­ti solo pre­via auto­riz­za­zio­ne dei genitori.[su_divider top=“no” text=“Torna ini­zio”]

4. Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento

Il con­fe­ri­men­to dei dati e il rela­ti­vo trat­ta­men­to sono obbli­ga­to­ri e neces­sa­ri per l’assolvimento dei com­pi­ti pro­pri rico­no­sciu­ti alla Cas­sa Edi­le dal­le Par­ti Socia­li con­traen­ti i CCNL.

Ne con­se­gue che l’eventuale rifiu­to a for­ni­re i dati per tali fina­li­tà potrà deter­mi­na­re l’impossibilità da par­te dell’Ente a cor­ri­spon­de­re le pre­sta­zio­ni, agli obbli­ghi di isti­tu­to e di leg­ge.

5. Ambito di comunicazione e diffusione dei dati

In rela­zio­ne alle fina­li­tà suin­di­ca­te ai pun­ti, i dati potranno/dovranno esse­re comu­ni­ca­ti ai seguen­ti sog­get­ti:

  • Impre­sa in cui pre­sta ser­vi­zio il lavo­ra­to­re;
  • Pub­bli­che Ammi­ni­stra­zio­ni, che richie­do­no infor­ma­zio­ni alla Cas­sa Edi­le in ottem­pe­ran­za agli obbli­ghi di leg­ge;
  • Altre Cas­se Edi­li e loro orga­ni di coor­di­na­men­to;
  • Gesto­re soft­ware per denun­ce tele­ma­ti­che MUT;
  • Gesto­re soft­ware per siste­ma gestio­na­le;
  • Manu­ten­to­re rete e soft­ware;
  • Socie­tà di revi­sio­ne con­ta­bi­le;
  • Com­mer­cia­li­sta per con­ta­bi­li­tà e fisco;
  • Stu­dio lega­le per recu­pe­ro cre­di­ti;
  • Socie­tà di gestio­ne paghe;
  • Isti­tu­ti bancari/finanziari che intrat­ten­go­no rap­por­ti con l’Ente;
  • Socie­tà di assi­cu­ra­zio­ne;
  • For­ni­to­re vestia­rio;
  • Isti­tu­ti di Pre­vi­den­za (INPS, INAIL e Pre­ve­di);
  • CNCE (Com­mis­sio­ne Nazio­na­le del­le Cas­se Edi­li);
  • ESE — Ente Siste­ma Edi­le del­la Pro­vin­cia di Savo­na per for­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­le;
  • Fon­di pre­pen­sio­na­men­ti per fon­do nazio­na­le;
  • Sane­dil per pre­sta­zio­ni sani­ta­rie nazio­na­li;
  • BNI (Ban­ca Nazio­na­le Impre­se);
  • FNAPE (Fon­do nazio­na­le Ape);
  • Fon­do incen­ti­vo all’oc­cu­pa­zio­ne per fon­do nazio­na­le;
  • RLTS;
  • Agen­zia del­le Entra­te;
  • Asso­cia­zio­ni impren­di­to­ria­li;
  • Con­su­len­ti del lavo­ro dell’Impresa se dele­ga­to ad ope­ra­re per suo con­to;
  • Com­po­nen­ti del Comi­ta­to di Gestio­ne e del Col­le­gio sin­da­ca­le;
  • Persone/soggetti auto­riz­za­ti dal Tito­la­re, ai sen­si dell’art. 30 del Codi­ce 29 del Rego­la­men­to, al trat­ta­men­to di dati per­so­na­li neces­sa­rio a svol­ge­re atti­vi­tà stret­ta­men­te cor­re­la­te all’e­ro­ga­zio­ne di ser­vi­zi, che sia­no impe­gna­te alla riser­va­tez­za o abbia­no ade­gua­to obbli­go lega­le di riser­va­tez­za.

6. Estremi identificativi del titolare e del responsabile del trattamento dati

Il tito­la­re del trat­ta­men­to è la Cas­sa Edi­le di Savo­na C.F. 8005350097 nel­la per­so­na del suo Pre­si­den­te (lega­le rap­pre­sen­tan­te pro tem­po­re), Dario Amo­ret­ti, con reca­pi­to per la cari­ca in via Moli­ne­ro n° 12/r, Savo­na (Sv) tel. 019 80.57.59 — fax 019 80.14.69 — email [email protected]

7. Diritti di cui agli artt. 15, 16, 17 18, 20, 21 e 22 del REG. UE 2016/679

La infor­mia­mo che nel­la Sua qua­li­tà di inte­res­sa­to, Lei ha, oltre il dirit­to di pro­por­re recla­mo a un’autorità di con­trol­lo, i dirit­ti qui sot­to elen­ca­ti, che potrà far vale­re rivol­gen­do appo­si­ta richie­sta al Tito­la­re del trat­ta­men­to e/o al respon­sa­bi­le del trat­ta­men­to, come indi­ca­ti al pun­to 6, scri­ven­do una email al Pun­to Pri­va­cy e Data Breach: [email protected]

Art. 15-Diritto di accesso

L’interessato ha il dirit­to di otte­ne­re dal tito­la­re del trat­ta­men­to la con­fer­ma che sia o meno in cor­so un trat­ta­men­to di dati per­so­na­li che lo riguar­da­no e in tal caso, di otte­ne­re l’accesso ai dati per­so­na­li e alle infor­ma­zio­ni riguar­dan­ti il trat­ta­men­to.

Art. 16 — Diritto di rettifica

L’interessato ha il dirit­to di otte­ne­re dal tito­la­re del trat­ta­men­to la ret­ti­fi­ca dei dati per­so­na­li ine­sat­ti che lo riguar­da­no sen­za ingiu­sti­fi­ca­to ritar­do. Tenu­to con­to del­le fina­li­tà del trat­ta­men­to, l’interessato ha il dirit­to di otte­ne­re l’integrazione dei dati per­so­na­li incom­ple­ti, anche for­nen­do una dichia­ra­zio­ne inte­gra­ti­va.

Art. 17 — Diritto alla cancellazione (diritto all’oblio)

L’interessato ha il dirit­to di otte­ne­re dal tito­la­re del trat­ta­men­to la can­cel­la­zio­ne dei dati per­so­na­li che lo riguar­da­no sen­za ingiu­sti­fi­ca­to ritar­do e il tito­la­re del trat­ta­men­to ha l’obbligo di can­cel­la­re sen­za ingiu­sti­fi­ca­to ritar­do i dati per­so­na­li.

Art. 18 — Diritto di limitazione del trattamento

L’interessato ha il dirit­to di otte­ne­re dal tito­la­re del trat­ta­men­to la limi­ta­zio­ne del trat­ta­men­to quan­do ricor­re una del­le seguen­ti ipo­te­si:

  1. l’interessato con­te­sta l’esattezza dei dati per­so­na­li, per il perio­do neces­sa­rio al tito­la­re del trat­ta­men­to per veri­fi­ca­re l’esattezza di tali dati per­so­na­li;
  2. il trat­ta­men­to è ille­ci­to e l’interessato si oppo­ne alla can­cel­la­zio­ne dei dati per­so­na­li e chie­de inve­ce che ne sia limi­ta­to l’utilizzo;
  3. ben­ché il tito­la­re del trat­ta­men­to non ne abbia più biso­gno ai fini del trat­ta­men­to, i dati per­so­na­li sono neces­sa­ri all’in­te­res­sa­to per l’accertamento, l’esercizio o la dife­sa di un dirit­to in sede giu­di­zia­ria;
  4. l’interessato si è oppo­sto al trat­ta­men­to ai sen­si dell’articolo 21, para­gra­fo 1, in atte­sa del­la veri­fi­ca in meri­to all’e­ven­tua­le pre­va­len­za dei moti­vi legit­ti­mi del tito­la­re del trat­ta­men­to rispet­to a quel­li dell’interessato.

Art. 20 — Diritto alla portabilità dei dati

L’interessato ha il dirit­to di rice­ve­re in un for­ma­to strut­tu­ra­to, di uso comu­ne e leg­gi­bi­le da dispo­si­ti­vo auto­ma­ti­co i dati per­so­na­li che lo riguar­da­no for­ni­ti a un tito­la­re del trat­ta­men­to e ha il dirit­to di tra­smet­te­re tali dati a un altro tito­la­re del trat­ta­men­to sen­za impe­di­men­ti da par­te del tito­la­re del trat­ta­men­to cui li ha for­ni­ti.

Nel­l’e­ser­ci­ta­re i pro­pri dirit­ti rela­ti­va­men­te alla por­ta­bi­li­tà dei dati a nor­ma del para­gra­fo 1, l’interessato ha il dirit­to di otte­ne­re la tra­smis­sio­ne diret­ta dei dati per­so­na­li da un tito­la­re del trat­ta­men­to all’altro, se tec­ni­ca­men­te fat­ti­bi­le.

Art. 21 — Diritto di opposizione

L’interessato ha il dirit­to di oppor­si in qual­sia­si momen­to, per moti­vi con­nes­si alla sua situa­zio­ne par­ti­co­la­re, al trat­ta­men­to dei dati per­so­na­li che lo riguar­da­no ai sen­si dell’articolo 6, para­gra­fo 1, let­te­re e) o f), com­pre­sa la pro­fi­la­zio­ne sul­la base di tali dispo­si­zio­ni.

Art. 22 — Diritto di non essere sottoposto a processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione.

L’interessato ha il dirit­to di non esse­re sot­to­po­sto a una deci­sio­ne basa­ta uni­ca­men­te sul trat­ta­men­to auto­ma­tiz­za­to, com­pre­sa la pro­fi­la­zio­ne, che pro­du­ca effet­ti giu­ri­di­ci che lo riguar­da­no o che inci­da in modo ana­lo­go signi­fi­ca­ti­va­men­te sul­la sua per­so­na.

8. Revoca del consenso al trattamento

Le è rico­no­sciu­ta la facol­tà di revo­ca­re il con­sen­so al trat­ta­men­to dei Suoi dati per­so­na­li, scri­ven­do al Pun­to Pri­va­cy e Data Breach: [email protected] oppu­re tele­fo­nan­do al n. 019 80.57.57

Al ter­mi­ne di que­sta ope­ra­zio­ne i suoi dati per­so­na­li saran­no rimos­si dagli archi­vi nel più bre­ve tem­po pos­si­bi­le.

Se desi­de­ra ave­re mag­gio­ri infor­ma­zio­ni sul trat­ta­men­to dei Suoi dati per­so­na­li, ovve­ro eser­ci­ta­re i dirit­ti da inte­res­sa­to di cui al pre­ce­den­te pun­to 7, può scri­ve­re a [email protected] oppu­re tele­fo­nan­do al n. 019 80.57.57.

A que­sto con­tat­to l’Interessato deve segna­la­re anche even­tua­li epi­so­di o rischi di per­di­ta o vio­la­zio­ni di dati (Data Breach), non­ché inol­tra­re tut­te le richie­ste rela­ti­ve all’e­ser­ci­zio dei Dirit­ti dell’interessato.

Pri­ma di poter­Le for­ni­re, o modi­fi­ca­re qual­sia­si infor­ma­zio­ne, potreb­be esse­re neces­sa­rio veri­fi­ca­re la Sua iden­ti­tà e rispon­de­re ad alcu­ne doman­de. Una rispo­sta sarà for­ni­ta al più pre­sto.

Il Pun­to Pri­va­cy inter­no prov­ve­de a dare riscon­tro (posi­ti­vo o nega­ti­vo) all’in­te­res­sa­to entro 30 gior­ni (1 mese) dal­la richie­sta.

Il ter­mi­ne per la rispo­sta all’in­te­res­sa­to può esse­re este­so fino a 90 gior­ni (3 mesi) in casi di par­ti­co­la­re com­ples­si­tà.

9. Modifiche ed aggiornamenti

La pre­sen­te infor­ma­ti­va e più in gene­ra­le la Pri­va­cy Poli­cy dell’Ente è suscet­ti­bi­le di inte­gra­zio­ni e modi­fi­che in vir­tù dell’evoluzione nor­ma­ti­va, tec­no­lo­gi­ca, del­le miglio­ri pras­si e sul­la scor­ta del­le esi­gen­ze inter­ne di ristrut­tu­ra­zio­ne dell’architettura logi­sti­ca-ammi­ni­stra­ti­va e digi­ta­le. L’Ente di impe­gna a dare ade­gua­ta segna­la­zio­ne del­le modi­fi­che.